fbpx

Operazione “Insomnia”, il plauso di Lia Staropoli (“ConDivisa”) all’Arma dei Carabinieri

lia staropoli“Il nostro plauso agli uomini e alle donne dell’Arma dei Carabinieri Coordinati dal Tenente Marco Califano e dal Colonnello Daniele Scardecchia che insieme al Sostituto Procuratore Camillo Falvo e al Procuratore Aggiunto Giovanni Bombardieri hanno condotto l’operazione “Insomnia”- dichiara Lia Staropoli Presidente dell’associazione “ConDivisa”, l’unica associazione nazionale a sostegno delle Forze dell’Ordine, nonché rappresentante del movimento antimafia “Ammazzateci tutti” – Invito i cittadini vessati dalla ‘ndrangheta a denunciare e ad avere piena fiducia nelle Forze dell’Ordine, mentre condanno la condotta di tutti coloro che subdolamente tentano di delegittimare le Forze dell’Ordine, in questo modo disincentivano le vittime a denunciare e contribuiscono ad alimentare il potere della ‘ndrangheta ,un comportamento doppiamente colpevole quando proviene da componenti di altre associazioni antimafia. I cittadini devono evitare di prestare consenso sociale ai mafiosi e devono conferirlo alle Forze dell’Ordine solo in questo modo si può contrastare efficacemente ogni forma di criminalità. Infine voglio ringraziare anche a titolo personale gli uomini del Tenente Marco Califano e del Colonnello Daniele Scardecchia per la preparazione e la professionalità dimostrata nell’individuare i manoscritti con le formule di affiliazione alla ‘ndrangheta, la criminalità organizzata si serve di queste formule ripetute ossessivamente per aumentare l’adesione psicologica degli adepti. Quando nel 2011 ho descritto questi metodi nel mio libro non sono mancate le critiche da parte dei “professionisti dell’antimafia” che ritenevano queste pratiche superate mentre le operazioni che si susseguono da parte dell’Arma dei Carabinieri continuano a dimostrare il contrario”. Lia Staropoli infatti è autore del libro LA “SANTA” SETTA” il potere della ‘ndrangheta sugli affiliati e il consenso sociale, edito da Laruffa nel 2011 e andato subito in ristampa.