fbpx

Montegiordano (CS): sequestrati 4,360 kg di marijuana, due arresti

FotoGdfI finanzieri della Tenenza della Guardia di Finanza di Montegiordano, in servizio presso la statale 106 jonica, all’altezza del comune di Montegiordano, hanno effettuato un sequestro di chilogrammi 4,360 di marijuana. La brillante operazione eseguita sotto la direzione del Sostituto Procuratore della Repubblica di Castrovillari – dott.ssa Rizzo Simona, ha portato all’arresto di due giovani, resisi responsabili del reato di detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio. Durante un controllo notturno, all’altezza dell’abitato del comune di Roseto Capo Spulico, i finanzieri intimavano l’alt ad una autovettura, il conducente dopo aver esibito la patente di  guida, con una manovra brusca si allontanava facendo perdere momentaneamente le proprie tracce. Il dispositivo attuato nelle immediatezze per mezzo di altre pattuglie portava al rintraccio dell’autovettura e degli occupanti i quali venivano Guardia di finanzabloccati nei pressi dell’abitato del comune di Montegiordano paese. Durante la fuga i due responsabili si disfavano dello stupefacente trasportato in 29 involucri che veniva interamente recuperato dai finanzieri. In seguito la perquisizione effettuata sull’autovettura consentiva di recuperare 1 chilogrammo di marijuana, nonche’ di individuare abilmente celato dietro la targa posteriore un’intercapedine idonea a occultare sostanza stupefacente. I responsabili, originari del reggino, risultavano avere precedenti specifici e non fornivano elementi idonei circa la provenienza dello stupefacente che, se immesso sul mercato, avrebbe fruttato non meno di 45.000,00 euro. L’autovettura e la marjuana sono stati sequestrati, mentre, i responsabili sono stati associati
presso la casa circondariale di Castrovillari e messi a disposizione dell’Autorita’ Giudiziaria. Tale fenomeno, costantemente attenzionato dal Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Cosenza, pone in risalto l’interesse della criminalita’ comune verso un settore dai facili guadagni che vede spesso giovani attratti oltre che da consumatori ma anche quali pusher. La Guardia di Finanza cosentina proseguirà l’azione di contrasto al traffico ed alla diffusione delle sostanze stupefacenti, attraverso un costante controllo economico del territorio, attuato soprattutto sulle direttrici di grande comunicazione come la SS. 106.