fbpx

Messina, Picciolo e Greco (PDR): “nessun conflitto tra la Regione e il Comune per gli interventi sul litorale di Galati”

picciolo e greco“Esiste solo la ferma volontà di mettere in sicurezza il litorale della zona sud di Messina ed in particolare di Galati Marina, colpita il 7 ed 8 novembre da una violenta mareggiata”. Lo affermano i deputati del Patto dei democratici per le riforme, Giuseppe Picciolo e Marcello Greco che, dopo aver interloquito con l’assessore regionale all’ambiente Maurizio Croce, confermano che non esiste nessun ostacolo alle linee di intervento prospettate dallo stesso assessore Croce in occasione del sopralluogo effettuato dopo poche ore la violenta mareggiata.

“L’intervento si divederà in tre step – ha ricordato l’on.Giuseppe Picciolo -; il primo passo sarà l’immediata liberazione dell’invaso di Tremestieri e proprio ieri l’Autorità Portuale ha dato il via libera all’operazione con la possibilità, in deroga, di lasciare la sabbia in un’area di cantiere. Seguirà quindi – ha proseguito il deputato regionale – il secondo intervento, che riguarda la compatibilità della sabbia, da effettuarsi entro 4 giorni ad opera dell’Arpa, quindi se dichiarata idonea la stessa verrà immediatamente spostata sul litorale di Galati per procedere al ripascimento della costa. L’ultimo atto, quello probabilmente oggetto dei tanti fraintendimenti di questi giorni – ha precisato Picciolo – riguarderà il posizionamento dei massi a protezione dell’abitato ed avverrà ad opera della protezione civile provinciale che dovrà però attendere 60 giorni per poter disporre dell’autorizzazione ad iniziare i lavori. Quest’ultima è una tempistica indifferibile che si sarebbe potuta accorciare, dando una lettura estensiva dell’art. 191 del testo unico, con una ordinanza sindacale. In mancanza di questa ordinanza – ha concluso Picciolo – i tempi morti dei 60 giorni permangono mentre è certo che al massimo entro 90 giorni a partire da oggi verranno posizionati i frangiflutti in grado di arginare il fenomeno delle mareggiate”.

“Un’ultima considerazione – ha quindi sottolineato il capogruppo dei Pdr all’Ars – va rivolta a coloro che in questi giorni di grandi sofferenze continuano a soffiare sul fuoco dell’antipolitica. Il gruppo politico che rappresento ha messo in campo tutte le energie disponibili per dare una prima risposta alla popolazione duramente colpita dal maltempo; lo dimostra l’immediato intervento dell’assessore Maurizio Croce sui luoghi maggiormente colpiti dalle mareggiate ed il lavoro instancabile di mediazione con l’amministrazione locale da parte del capogruppo Pdr al Comune di Messina, Elvira Amata, con il supporto del consigliere di quartiere Carlo Dainotta. Oggi chi afferma che si sta perdendo tempo è certamente in malafede e vuole costruire un consenso personale sulla pelle di coloro che soffrono veramente”.