fbpx

Messina-Foggia 0-1, le pagelle di StrettoWeb. Orlando…il lottatore, Silvestri impeccabile

Messina-Foggia Furrer (16)

Silvestri – Foto © Paolo Furrer

Il Messina si ferma a quattro. Quattro risultati utili consecutivi per mettersi alle spalle le indimenticabili batoste con Matera e Casertana. Il Foggia di mister De Zerbi ha frenato la ripresa dei giallorossi, comunque apparsi in crescita, che nel prossimo impegno in quel di Cosenza avranno il compito di riscattarsi.

Ecco le pagelle dei giallorossi di Messina-Foggia:

Iuliano, voto 6: In tutto il corso del match non ha avuto molto da fare. Peccato che nell’occasione della rasoiata chirurgica di D’Allocco (smanacciata sul palo e poi terminata in rete) la dea bendata non l’ha aiutato.

Silvestri, voto 7: L’anticipo è il suo mestiere, il recupero in scivolata stilisticamente perfetto oltre che efficace. Quando poi si improvvisa  in stile “Lucio de’ noantri” recupera palla e avanza a grandi falcate per servire le punte scattano i sorrisi e gli applausi dei 3000 presenti al S.Filippo.

Benvenga, voto 6,5: Impreciso in fase di non possesso, prezioso quando si tratta di spingere sulla corsia destra e mettere (tanti, tantissimi) palloni in mezzo.

Stefani, voto 7: Con il tempo ne apprezziamo la diligenza tattica e la semplicità con la quale riesce a mettere la museruola agli avversari, credere a Iemmello.

Messina-Foggia Furrer (37)

Bjelanovic – Foto © Paolo Furrer

Donnarumma, voto 6: Più attento nella fase di ripiego che in quella di spinta, ma oggi il suo avversario era Sarno, e se si è visto poco nella manovra ospite è anche merito suo.

Bortoli voto 6,5: A lui l’arduo compito di amministrare il centrocampo. Non fa assolutamente rimpiangere Saro Bucolo, e questo è un grande merito. A metà secondo tempo lascia il campo per far spazio a Bjelanovic (voto 6): Il croato ce l’ha messa tutta per fare un rientro col botto ma Narciso è stato bravo a dirgli di no.

Damonte, voto 6,5: Ha avuto due occasioni per metterla dentro di testa ma non è stato preciso. Un vero peccato per non aver coronato con un gol un’altra convincente prestazione.

V.Pepe, voto 6,5: Servito a dovere sa come far male al Foggia, dai suoi piedi arrivano i cross più pericolosi che fanno traballare la difesa rossonera.

Izzillo, voto 5: Impreciso e lento in fase di costruzione, si da un gran da fare ma non riesce a mettere in mostra le sue doti tecniche. Al minuto 56′ compie il clamoroso errore che costa la sconfitta facendosi soffiare il pallone nella propria trequarti.

Corona, voto 7: Non chiedetegli di più. Da solo riesce ad impensierire l’intera difesa pugliese, anche lui oggi si è dovuto misurare contro un super Narciso che gli ha

Bjelanovic - Foto © Paolo Furrer

Bjelanovic – Foto © Paolo Furrer

negato il gol nel primo tempo quando ormai sembrava fatta.

Orlando, voto 6,5: Oggi ha dimostrato che come terzino non sarebbe male. Ultimamente gli tocca fare il lavoro sporco e di palloni giocabili ne vede davvero pochi ma il suo apporto in fase di non possesso è preziosissimo.

Grassadonia, voto 6,5: Alla vigilia aveva parlato di match spartiacque. Un peccato che il risultato non sia stato positivo perché la prova dei suoi ragazzi (non a caso è doveroso sottolineare “suoi”) oggi meriterebbe un iniezione di fiducia decisamente più incline al gioco espresso sul terreno di gioco.