fbpx

Messina, droga sempre più diffusa in città: arresti, denunce e segnalazioni

GIANNINO SANTO CLASSE 1979_cr1 arresto per violazione degli obblighi imposti dalla Sorveglianza Speciale, una denuncia per spaccio  di stupefacenti,  nonché  2 denunce per guida sotto effetti di stupefacente, 3 giovani segnalati per possesso di stupefacenti e sei denunciati per guida senza patente: sono questi i risultati conseguiti dai Carabinieri del Nucleo Radiomobile tra le giornate di domenica 9 e ieri 11 novembre. Si tratta di risultati conseguenti ai serrati controlli operati dall’Arma, sia in città che nei comuni limitrofi, con l’intento di contrastare fenomeni di degrado urbano.

 Ad essere arrestato è stato GIANNINO Santo, 35enne messinese, Sorvegliato Speciale con obbligo di soggiorno nel capoluogo messinese, sorpreso nel primo pomeriggio dell’11 alla guida di un’autovettura lungo Via Garibaldi nonostante fosse privo della patente di guida,  documento che revocatogli a seguito in applicazione della citata misura. Riconosciuto dai militari impegnati in servizio di pattugliamento del territorio, il GIANNINO cercava di sottrarsi al controllo parcheggiando il mezzo e dirigendosi a piedi verso una sala giochi, ma veniva comunque bloccato dai militari che provvedevano ad arrestarlo. Il GIANNINO sarà giudicato con rito direttissimo nella giornata odierna, e rischia la reclusione da 1 a 5 anni.

Ugualmente la presenza di Gazzelle del Nucleo Radiomobile in via Garibaldi a Nizza di Sicilia consentiva ad una di queste di sorprendere, a bordo di un ciclomotore, due giovani di 21 e 18 anni mentre il primo cedeva al secondo 2 dosi di marijuana. Bloccati, si appurava come le 2 dosi ammontassero a poco più di 4 grammi di droga e che presso l’abitazione del 21enne fossero custoditi altri 4 involucri contenenti 7 grammi di marijuana, un bilancino di precisione e materiale per il confezionamento. Rischia una pena da 6 a 20 anni. Per il 21enne è scattato il deferimento in stato di libertà per spaccio di droga, mentre per il 18enne si è provveduto alla segnalazione alla Prefettura di Messina in quanto tossicodipendente (per il ritiro della patente di guida e la sottoposizione a un programma di recupero preso il SERT).

Analoga segnalazione al Prefetto è stata fatta nei confronti di un 28enne pregiudicato, trovato in possesso, in Via Torre Vittoria (zona Cristo Re) di quasi due grammi di marijuana e di un 26enne di Messina, che deteneva circa un grammo del citato stupefacente. Nei confronti di quest’ultimo si è proceduto anche alla denuncia per porto ingiustificato di coltello, essendo stato trovato in possesso di un coltello a serramanico dalla lunghezza complessiva di 18 cm (rischia l’arresto fino a un anno) mentre viaggiava come passeggero a bordo di veicolo il cui conducente, peraltro, guidava sotto effetti di stupefacenti, venendo denunciato all’Autorità Giudiziaria con ritiro sul posto della patente; quest’ultimo rischia l’arresto da 6 mesi a 1 anno e la sospensione della patente da 1 a 2 anni.

Altra denuncia per guida sotto effetto di droghe sempre a Nizza di Sicilia è scattata per un 30enne impiegato di Messina, che, nonostante conducesse il proprio veicolo presentando tutti i sintomi commessi all’uso di stupefacenti, si rifiutava di sottoporsi ad accertamenti mirati.

Infine, i militari del Nucleo Radiomobile hanno proceduto al deferimento in stato di libertà di 3 soggetti (di cui due pregiudicati), sorpresi in Via Calabria, in via Gerobino Pilli e in via Saia (Camaro) alla guida di veicoli senza avere la prevista patente di guida in quanto mai conseguita o perché revocata a seguito delle vicende penali a loro carico. Per tutti si è proceduto al sequestro dei veicoli.  Un’ultima guida senza patente è stata accertata sempre dai militari del Nucleo Radiomobile questa volta durante un pattugliamento a Villafranca Tirrena e a carico di una ragazza 17enne, che guidava indisturbata in via Lucio Piccolo: anche per lei è scattata la denuncia all’Autorità Giudiziaria, questa volta per i minorenni. Per tutti la pena è dell’ammenda penale da 2.257 a 9.032 € e nel caso di reiterazione – non infrequente – dell’arresto fino ad 1 anno.