fbpx

Lazzaro (RC): via Vecchia Provinciale rischia di crollare a causa delle mareggiate [FOTO]

/

DSC05179 (Medium)Il tratto di strada della via Vecchia Provinciale di Lazzaro compreso tra la casa “Attinà” e il lido “Acqua Azzurra” sprovvisto di muro di contenimento e di sistema per la sicurezza della circolazione veicolare, necessità di un urgente ed improcrastinabile intervento di messa in sicurezza, anche in previsione delle possibili mareggiate invernali. Il maltempo di questi giorni ha causato evidenti smottamenti di porzioni di sede stradale lato mare  e non si esclude che le prossime  mareggiate potrebbero causare gravi danni alla rete di servizi ( illuminazione rete fognaria….) che insistono sulla sede stradale, mettendo in pericolo le abitazioni poste a pochi metri, determinando in caso di evento calamitoso per i residenti un pericolo di fuga essendo la via Vecchia Provinciale unico accesso viario“. È la denuncia di Vincenzo Crea, Responsabile del Comitato spontaneo “Torrente Oliveto” e Referente unico dell’ANCADIC Onlus.

Nonostante l’esorbitante somma di denaro pubblico spesato per la protezione della costa – prosegue Crea – ben poco si è fatto per mettere in sicurezza il tratto in questione. Eppure già negli anni passati le violente mareggiate, sostenute da forti bufere di vento, hanno devastato il litorale Jonico di Lazzaro nella zona compresa tra il torrente Oliveto e il torrente Saetta, tratto sul quale ricade la via vecchia provinciale,  causando gravi danni alla rete viaria comunale, ai muretti di contenimento, alle infrastrutture turistiche e soprattutto alle abitazioni civile che sono state raggiunte dai marosi, in particolare  quelle situate sulla via vecchia provinciale, mettendo a repentaglio l’incolumità pubblica e privata. Per tre nuclei familiari sono state emesse ordinanze di evacuazione e sgombero.

Al fine di far fronte alla predetta emergenza ed impedire che il litorale Jonico di Lazzaro fosse completamente distrutto si ravvisava la impellente necessità di attuare un ulteriore intervento di somma urgenza dell’importo complessivo di 100.000,00 euro ad integrazione e completamento di quello all’epoca in corso da parte dell’Amministrazione regionale periferica, per l’importo complessivo di euro 77.468,53. Altri interventi ne seguirono, alcuni tutt’ora in corso, tuttavia il tratto della via vecchia provinciale oggetto di trattazione è rimasto, come anzi detto  tale e quale.

In conclusione, a mio avviso, al fine di scongiurare i potenziali pericoli sarebbe il caso che gli enti aventi titolarità, provvedessero ciascuno per la parte di relativa competenza alla realizzazione delle opere mirate alla soluzione della problematica. Nelle more che ciò sia attuato si rende necessario ed urgente realizzare in alcuni tratti che presentano maggiore criticità alcune opere di protezione ricorrendo ove possibile anche con la modalità della somma urgenza. Nel frattempo – conclude Crea – visto le avverse condizioni atmosferiche che sono in corso nel territorio di Lazzaro sarebbe opportuno che il Sindaco nella qualità di Organo locale di protezione civile adottasse secondo proprie ed autonome valutazioni provvedimenti a salvaguardia della pubblica e privata incolumità“.