fbpx

Idee in Movimento Lamezia si congratula con Oliverio

oliverio calabria“Ci congratuliamo con il neo Presidente della Regione Calabria, Mario Oliverio e con i consiglieri regionali eletti; a loro rivolgiamo gli auguri più sinceri per l’importante lavoro che li attende” scrivono in una nota Idee in Movimento Lamezia. “La Calabria, da ormai troppi anni, vive una condizione di disagio sociale, economico e culturale che impone, al di la delle differenti posizioni politiche, un confronto serio e costruttivo per garantire ricchezza, equità sociale e “normali” standard qualitativi di vita. Come movimento civico che nasce dal basso, dalla partecipazione attiva e dal coinvolgimento dei cittadini, chiediamo al neo eletto Presidente di rivolgere un’attenzione particolare a tutte le criticità che affliggono la nostra regione mettendo al centro della propria azione di governo l’uomo e la donna. La Calabria – comtinua- è ricca di risorse naturali, culturali ed umane che attendono solo di essere adeguatamente valorizzate e gratificate. Spetta a questo nuovo Consiglio, più snello nei numeri ed in parte rinnovato nei volti che lo compongono, promuovere quello slancio culturale capace di imprimere la svolta tanto attesa. Così come avvenuto nell’ultima campagna elettorale, continueremo il percorso di ascolto, confronto e dialogo con tutti gli interlocutori politici, con l’obiettivo di contribuire alla costruzione di quel “senso di comunità” indispensabile per pensare insieme ad un futuro migliore per i nostri figli. Senza voler cadere nello sterile campanilismo che ha, di fatto, sin qui impedito la crescita di molti territori calabresi, riteniamo che lo sviluppo della nostra regione passi inevitabilmente dalla sua area centrale ed in particolare da Lamezia Terme e perciò invitiamo il Presidente Oliverio a porre l’accento del suo operato su tre priorità per la città ed il suo territorio:

1. Infrastrutture e logistica;

2. Agricoltura-Turismo;

3. Sanità e servizi alla persona.

Solo attraverso il rafforzamento e l’integrazione di questi tre sistemi – conclude la nota- il lametino potrà uscire dalle secche in cui è stato relegato per troppi anni e la Calabria a sviluppare le sue eccellenze”.