fbpx

Giampilieri, la denuncia dei periti: ritardi nei soccorsi

GiampilieriDurante l’alluvione de 2009 i ritardi nei soccorsi furono dovuti alla presenza di due muri adiacenti la stazione ferroviaria in via Rizzo: se quei due muri non ci fossero stati, si sarebbe potuto prestare un servizio efficiente. E’ questa la tesi dei periti di parte civile, i tecnici che presso il tribunale di Messina hanno illustrato le loro riflessioni nel corso del processo che vede imputati 15 tra amministratori, dirigenti e funzionari. Nonostante si conoscessero le criticità idrogeologiche della zona, non furono operate le scelte opportune e, sempre secondo i periti, ciò provocò direttamente il rallentamento dei mezzi escavatori.