fbpx

Furnari (Me), il Sindaco alza il tiro su TirrenoAmbiente: Crocetta nomini un commissario esterno

discarica di MazzarràE’ ormai guerra aperta fra TirrenoAmbiente e il sindaco di Furnari, Mario Foti. Quest’ultimo, parlando di “interessi loschi che hanno offeso per anni la comunità“, ha denunciato la “paradossale pretesa di questi pseudo imprenditori piemontesi“, artefici – a suo giudizio – di un disastro ambientale e solerti ora nel pretendere scuse.

Riassumendo i fatti, Foti ha evidenziato i punti caldi dell’inchiesta in corso: “TirrenoAmbiente S.p.A., ha accumulato nella discarica, abusivamente e senza autorizzazione più di 30 metri in altezza di rifiuti, ha smantellato abusivamente un tratto di montagna abbancando terre da scavo, opere tutte che hanno causato profonde crepature e cedimenti, che creano una situazione di assoluta emergenza igienico-sanitaria e di pericolo per la stabilità di tutto il sito, la fuoriuscita continua e costante di un flusso di percolato non regimentato che cola lungo le pareti della gigantesca montagna alta circa 148 slm. Il tutto, con evidente danno ambientale alle falde del torrente, ai pozzi idrici del Comune di Furnari ed alle matrici dell’aria, dell’acqua, del suolo e del sottosuolo”.

Dichiarandosi pronto a qualsiasi confronto pubblico, il primo cittadino ha poi evidenziato la necessità di mettere in sicurezza la discarica, chiedendo urgentemente la nomina di un commissario esterno che nulla abbia a che spartire con il precedente establishment: “Appare assolutamente improbabile – nota il sindaco– che la società TirrenoAmbiente possa ravvedersi dalle accertate violazioni di legge, senza cambiare i responsabili tecnici, che sono il braccio operativo degli abusivismi”.