fbpx

Cosenza: confiscati beni per 350mila euro a Praia a Mare

Guardia finanzaUn’intera palazzina, composta da cinque appartamenti ed un  magazzino in Praia a Mare, per un valore complessivo di oltre € 350.000 e’ stata sottoposta a sequestro dai finanzieri della Tenenza di Scalea in esecuzione di un provvedimento emesso dal Tribunale di Cosenza. i beni confiscati sono riconducibili ad un soggetto che, sulla base  delle indagini esperite, era stato precedentemente deferito per il  reato di usura. a seguito dell’informativa di reato, sono stati effettuati gli  accertamenti patrimoniali nei confronti del soggetto indagato e del  relativo nucleo familiare, al fine di quantificare la sproporzione  esistente tra i redditi dichiarati nel corso degli anni e l’effettivo  patrimonio posseduto.  Dalle complesse attivita’ di polizia giudiziaria e’ emerso che un’intera  palazzina era stata realizzata con i proventi derivanti dall’usura. Infatti in capo a nessuno dei componenti del nucleo familiare  dell’indagato sono state individuate le entrate necessarie a formare  la provvista di denaro sufficiente a finanziare la costruzione di un  immobile composto da cinque appartamenti ed un magazzino. Nonostante il sopraggiunto decesso dell’indagato, le fiamme gialle,  avvalendosi degli innovativi strumenti normativi introdotti dal nuovo  codice-antimafia, d.lgs. 159/2011, hanno potuto proporre l’applicazione  di una misura di prevenzione patrimoniale nei confronti dei suoi eredi. La proposta già nel luglio 2013 era sfociata in un provvedimento di  sequestro, ed oggi, al termine del successivo iter giudiziario, l’immobile è stato confiscato e quindi definitivamente acquisito dallo  stato e sottratto a chi lo aveva costruito con i proventi dell’usura.