fbpx

Catania: commercialista ‘guardone’ spiava le impiegate in bagno, condannato

spiareUn commercialista ‘guardone’ aveva piazzato una penna con telecamera nel bagno dell’ufficio per spiare le sue collaboratrici il 15 ottobre 2009. Il giudice del tribunale di Catania ha chiesto 4 anni di reclusione e 300 euro di multa per il professionista, che si è difeso dicendo di essere estraneo alla vicenda poi fuori sede quel giorno per un convegno. Ma a far cadere l’alibi, si sono le testimonianze del portiere e di un condomino che hanno dichiarato di avere notato le luci accese dello studio proprio quella mattina e all’alba.