fbpx

Calabria, Caligiuri ha incontrato l’Alfiere del lavoro Antonio Vita

riforma-lavoro-misure-fiscaliMartedi – informa una nota dell’ufficio stampa della Giunta – l’assessore regionale alla Cultura Mario Caligiuri ha incontrato, al Campus di Arcavacata, insieme al Rettore Gino Crisci, Antonio Vita, nominato dal Presidente della Repubblica “Alfiere del lavoro”.

Lo scorso 23 ottobre il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha premiato al Quirinale, in contemporanea con il conferimento dei nuovi Cavalieri del lavoro, i migliori diplomati italiani, denominati “Alfieri del lavoro”. Tra questi c’è anche il calabrese Antonio Vita, nato il 19 ottobre 1995, residente a Montalto Uffugo, che ha conseguito il diploma presso il Liceo scientifico “Scorza” di Cosenza, diretto da Mario Nardi.

“Vita – ha ricordato ancora Caligiuri – ha deciso di proseguire gli studi presso l’Università della Calabria di Rende, frequentando i corsi di ingegneria gestionale. Vita era stato in precedenza premiato il 21 dicembre 2013 come uno dei migliori studenti nell’ambito della manifestazione delle ‘Eccellenze scolastiche calabresi’, promossa dalla Regione Calabria, d’intesa con l’Ufficio scolastico regionale”.

Antonio Vita ha così commentato la sua scelta di rimanere a studiare in Calabria: “è un gesto di fiducia verso la mia regione ma anche un apprezzamento per la qualità del sistema universitario calabrese, poiché proprio in Calabria è nato il corso di ingegneria gestionale, grazie alla lungimiranza di Beniamino Andreatta, primo Rettore dell’Ateneo”.

“Gli Alfieri del lavoro – ha affermato Caligiuri – rappresentano un esempio per tutti gli studenti della nostra regione, perché dimostrano che attraverso lo studio si conseguono risultati decisivi per le proprie esistenze”.

Gli alfieri del lavoro calabresi degli ultimi anni sono stati: nel 2010 Francesca Congiusta (diplomata all’Istituto paritario “Maria Ausiliatrice” di Soverato e attualmente iscritta alla facoltà di giurisprudenza all’Università “Magna Grecia” di Catanzaro), nel 2011 Alessio Cuglietta (diplomato all’Istituto “Mortati” di Amantea e attualmente iscritto alla facoltà di economia dell’Università “Bocconi” di Milano), nel 2012 Myriam Stanganelli (diplomata all’Istituto “Piria” di Rosarno e attualmente iscritta alla facoltà di medicina dell’Università di Messina) e nel 2013 Paolo Paglianiti (diplomato al Liceo scientifico “Vianeo” di Tropea e attualmente iscritto alla facoltà di medicina dell’Università “Magna Grecia” di Catanzaro) e Rosa Maria Pellegrini (diplomata all’Istituto “Mortati” di Amantea e attualmente iscritta al dipartimento di biologia dell’Università della Calabria).