fbpx

Bimbo morto in Sicilia, altre volte non sarebbe andato a scuola. “Difficile che sia arrivato lì a piedi”

Bambino scomparsoNon sarebbe entrato a scuola altre volte, all’insaputa dei genitori, e anche stamattina sarebbe stato recalcitrante a fare lezione in aula. Il bambino di 8 anni trovato morto nel Ragusano, secondo fonti investigative, avrebbe ‘bigiato’ alcune volte la scuola. La notizia è stata confermata anche da una zia paterna: “era un ragazzo vivace e non amava andare a scuola, qualche volte si è assentato, ma lo abbiamo trovato alcune ore dopo sempre nella stessa zona, nessuno di noi avrebbe potuto immaginare una simile tragedia“.

Nessuna ipotesi investigativa certa sarà possibile prima di domani” dopo “un attento esame del corpo”, anche perché “non è stata trovata alcuna traccia di sangue“. Lo dice all’ANSA il procuratore di Ragusa, Carmelo Petralia, sul bambino di otto anni trovato morto a Santa Croce Camerina. “Stiamo lavorando a tutto campo – aggiunge – e non tralasciamo alcuna pista, ma per avere certezze occorrerà un esame medico legale attento dopo che tra alcune ore il corpo sarà rimosso“. “Non è impossibile, ma sembra difficile pensare che abbia percorso quattro chilometri a piedi e sia andato lì, in quel posto, da solo“. E’ la considerazione del procuratore di Ragusa, Carmelo Petralia, sul ritrovamento del bambino di otto anni trovato morto a Santa Croce Camerina. “Al momento – aggiunge – non ci sbilanciamo però, perché qualunque ipotesi è prematura. Certo stiamo valutando tutte le tesi possibili, come è giusto e doveroso che sia davanti alla morte di un bambino di otto anni“.

E’ in viaggio da Roma verso la Sicilia il padre del piccolo Andrea, il bimbo scomparso questa mattina nella cittadina ragusana e ritrovato morto nella zona di Scoglitti. L’uomo è un autotrasportatore e quando ha avuto la notizia della morte del figlio si trovava in viaggio tra la capitale e Napoli.