fbpx

Barcellona PG (ME), operazione Last Orange: il gip Urbani dispone la condanna di Nunzio Calabrò

calabrò protesta 1di Carmelo Amato e Antonella Trifirò –

Il Gip Daniela Urbani del Tribunale di Messina, accogliendo in toto le richieste della Procura, rappresentata dalla dottoressa Pellegrino, ha condannato a 3 anni e sei mesi Nunzio Calabrò, fondatore della ditta Canditfrucht, di Barcellona Pozzo di Gotto. L’uomo è accusato di aver smaltito i residui della lavorazione agrumaria in maniera illecita. I difensori dell’imputato, Roberta Biondo ed Enzo Trantino, nell’apprendere la notizia, hanno preannunciato ricorso in appello. Tale condanna, comunque, non compromette la continuità dell’attività lavorativa della Canditfrucht. Calabrò rimane libero in attesa delle ulteriori fasi del procedimento.