fbpx

Abuso d’ufficio, concorsi all’università di Messina: assolto l’ex rettore

L'ex rettore Tomasello
L'ex rettore Tomasello

L’ex rettore Tomasello

I giudici della seconda sezione penale del tribunale di Messina hanno assolto l’ex rettore dell’universita’ della citta’ dello Stretto Francesco Tomasello e altre sette persone perche’ il fatto non sussiste. La vicenda riguarda un concorso a Medicina del lavoro. L’inchiesta per abuso d’ufficio all’epoca porto’ anche alla sospensione dell’ex rettore. Si tratta di un caso emerso nell’ambito di un filone dell’operazione “Oro grigio” condotta dalla squadra mobile su una speculazione edilizia sul Torrente Trapani. A conclusione del processo i giudici hanno assolto perche’ il fatto non sussiste l’ex rettore dell’universita’ Francesco Tomasello, l’ex presidente del consiglio comunale Umberto Bonanno, l’ex direttore sanitario del Policlinico Giovanni Materia, l’ex presidente della provincia regionale Giovanni Ricevuto ed i componenti della commissione esaminatrice dell’epoca, Giovanna Spatari e Concetto Giorgianni, Carmelo Abbate. Assoluzione piena anche per Carmela “Melitta” Grasso, moglie del rettore scomparsa qualche tempo fa. I giudici hanno anche disposto l’assoluzione per l’ipotesi di truffa e prescrizione per il falso ideologico. I fatti risalgono al 2006.