fbpx

A Reggio la prima riunione del tavolo tecnico per migliorare i trasporti nello Stretto

TAVOLO TRASPORTIIl palazzo storico della Provincia è stato la sede istituzionale della riunione del “Tavolo tecnico” ministeriale per la redazione di uno studio di fattibilità  finalizzato al “miglioramento dei sistemi di collegamento  marittimo, ferroviario e stradale dello Stretto di Messina”.

Istituito con legge dello stato del dicembre 2013, il “Tavolo tecnico”, insediatosi nel luglio scorso,  ha tenuto  questa mattina a Reggio la prima riunione operativa. Il Ministero per le Infrastrutture, nella persona del ministro Maurizio Lupi e del direttore generale Enrico Pujia, accogliendo la proposta  del  presidente dell’Ente di via Foti, Giuseppe Raffa, hanno deciso lo spostamento  a Reggio della riunione odierna alla quale hanno preso parte i Sindaci di Reggio, Giuseppe Falcomatà, e di Messina, Renato Accorinti; rappresentanti delle regioni Sicilia e Calabria, delle due Province dello Stretto, il Sindaco di Villa San Giovanni. Ed ancora: esperti delle Autorità Portuali di Messina e Gioia Tauro, rappresentanti delle Università degli Studi di Messina e “Mediterranea” di Reggio, del Ministero delle Infrastrutture e Trasporti ( Direzione Generale  per il trasporto marittimo e per vie d’acqua interne), dell’Anas e di RFI.  Il saluto del presidente Giuseppe Raffa ha preceduto l’avvio dei lavori che sono stati coordinati dal dott. Enrico Pujia.

L’obiettivo del “Tavolo tecnico”  è quello  della “redazione  di uno studio di fattibilità che, partendo da un’analisi dell’assetto attuale dei trasporti (marittimi, stradali e ferroviari) e delle infrastrutture esistenti nell’area dello Stretto e del contesto normativo applicabile  in materia di servizi pubblici locali,  miri ad individuare  le azioni e gli interventi prioritari da programmare , a medio e lungo periodo,  per potenziare il sistema  infrastrutturale e di trasporto al fine di favorire  la costituzione  di un sistema intermodale (gomma  -ferro -mare) tra le due sponde, individuando i nodi e le potenzialità e definendo gli obiettivi generali e specifici  da perseguire”.

La discussione, in prevalenza, ha riguardato l’individuazione  delle metodologie da applicare ai lavori  del “Tavolo tecnico”  e giungere, in tempi certi e rapidi, ad una soluzione stabile dei collegamenti tra le due sponde dello Stretto  anche attraverso l’utilizzazione dei fondi europei 2014- 2020. I lavori sono stati aggiornati al prossimo 9 dicembre   quando, presso l’Assessorato provinciale “Trasporti e Viabilità”, si incontreranno i tecnici  dei soggetti che fanno parte del “Tavolo”.

L’appuntamento odierno – ha detto il presidente Giuseppe Raffa a margine dei lavori – è di straordinaria importanza non solo perché il ministro Maurizio Lupi, che ringrazio, ha accettato  di trasferire a Reggio la riunione, ma anche perché riconosce alla Provincia l’impegno  strategico nel settore dei trasporti dal quale dipende lo sviluppo dei territori messinese e reggino.  E lo sarà ancora di più quando il competente ministero  recepirà  le  esigenze delle due popolazioni. La nostra azione  si prefigge di centrare un duplice obiettivo: venire incontro  alle difficoltà, anche economiche,  dei pendolari e, dall’altra,  realizzare una vera integrazione dei territori attraverso un continuo, efficiente ed efficace collegamento in grado di diventare anche un valore aggiunto per l’aeroporto”.