fbpx

Regionali in Calabria, accordo raggiunto tra Ncd ed Udc: liste comuni

ncd-udc“Esprimo soddisfazione -afferma il presidente del consiglio regionale Talarico- per l’intesa politica tra Udc e Ncd autorevolmente  rilanciata ieri a Roma  dal segretario nazionale dell’Udc e dal coordinatore del Ncd, rispettivamente gli onorevoli Lorenzo Cesa e Gaetano Quagliariello, con l’immediata prospettiva della presentazione di liste comuni in Calabria, in Emilia Romagna e ovunque si voti, senza alcuna eccezione. Si tratta di un’intesa che, da un lato, è coerente con quanto   già avvenuto per il voto alle Europee e  con  quanto già stabilito  nel congresso nazionale del mio partito e, dall’altro, mentre individua il percorso da seguire  per gli imminenti  impegni elettorali in Emilia ed  in Calabria, dove senz’altro faremo un ottimo lavoro con il Ncd guidato dal senatore Tonino Gentile, tratteggia una progettualità di ampio respiro con cui le forze politiche moderate si predispongono ad affrontare le sfide del presente e del futuro.  In tal senso, il mio auspicio è che le divergenze registrate nell’ultimo comitato regionale dell’Udc, dettate probabilmente personalismi e da visioni parziali del dibattito politico in atto, possano rapidamente  rientrare per avere un partito e un gruppo regionale coeso, unito e  pronto ad affrontare la competizione elettorale del 23 novembre nel migliore dei modi. Nel corso di questi ultimi anni, sia il Gruppo regionale che le espressioni dell’Udc più impegnate in ruoli istituzionali ed amministrativi, hanno svolto una funzione centrale per imprimere alla Regione una svolta che, aldilà delle polemiche pretestuose dettate dall’antipolitica e dalla fiume di demagogia distruttiva, chiunque può riscontrare nei tanti provvedimenti legislativi approvati per dare risposte alle famiglie calabresi, alla sanità, ai ceti sociali meno abbienti e nelle diverse  riforme strutturali riguardanti alcuni settori cruciali dell’economia e dello sviluppo. Adesso, si tratta di proseguire nel lavoro fatto con rinnovata fiducia e ulteriore impegno”.