fbpx

Reggio: Volotea supera i 50 mila passeggeri al Colombo ma abbandona l’Aeroporto dello Stretto

VoloteaCresce del 30%, raggiungendo il traguardo dei 54.500 passeggeri, tra giugno e settembre, l’attivita’ di Volotea all’aeroporto Cristoforo Colombo di Genova. La compagnia, che collega citta’ di medie e piccole dimensioni, a tariffe aggressive, conferma i collegamenti con Sicilia, Campania e Sardegna in estate con un incremento del 15%, ma non operera’ piu’ su Reggio Calabria. “Abbiamo deciso di incrementare la nostra capacita’ sul mercato ligure – ha sottolineato Valeria Rebasti, Commercial Country Manager di Volotea per l’Italia – consentendo quindi di programmare gia’ da oggi trasferte e spostamenti anche nel periodo delle festivita’ natalizie e abbiamo gia’ in vendita 187 mila biglietti da e per Genova per il 2015“. Importante il dato relativo all’incoming, cioe’ verso Genova, che ha interessato oltre il 50% dei passeggeri. “Piu’ della meta’ del traffico generato, circa 27 mila passeggeri – continua Rebastie’ di natura incoming. Ci auguriamo, quindi, che i nostri collegamenti possano sostenere l’economia e il turismo locale“. Un segnale importante per lo scalo aeroportuale genovese che, attraverso questi voli, ha potuto anche coprire tratte che erano state lasciate da Alitalia. “Volotea ha avuto una crescita costante dal 2012 quando abbiamo iniziato a Collaborare – ha sottolineato il Presidente di Aeroporto di Genova, Marco Aratoe l’incremento di voli ha portato a un aumento di passeggeri che, per questo vettore sono a due cifre, solo nel mese di ottobre, e i dati non sono definitivi, la crescita e’ stata del 60%. Ma noi questo traffico interessa non solo per il numero dei passeggeri, ma anche perche’ subentra ai voli che non sono piu’ operati da Alitalia. Il target Volotea e’ composto da famiglie, turismo, non e’ un target business, ma con questo – conclude Arato – abbiamo coperto l’esigenza di mercato di turismo, ricongiungimenti famigliari, viaggi per salute, che e’ importante”.