fbpx

Reggio: inagurato l’anno scolastico dell’Istituto “Carducci – V. Da Feltre” con Don Ciotti

fotoIn una sala “Nicola Calipari” del Consiglio Regionale della Calabria gremita di ragazzi, è stato inaugurato l’anno scolastico 2014/2015 dell’Istituto Comprensivo “Carducci – V. Da Feltre” di Reggio Calabria, alla presenza di autorità civili, militari e religiose. Uno straordinario evento fortemente voluto dal Dirigente Scolastico Rina Pasqualina Manganaro che per tale occasione ha invitato don Luigi Ciotti, il sacerdote simbolo dell’impegno contro le mafie, storico fondatore del Gruppo Abele e presidente di “Libera, associazioni, nomi e numeri contro la mafia”. Oltre 500 ragazzi dell’Istituto hanno incontrato don Luigi Ciotti, un prete al servizio della gente, delle vittime delle ingiustizie, dei poveri, degli esclusi, testimone del significato autentico del concetto di legalità. L’iniziativa di alto valore etico, rientra nel progetto Legalità dell’Istituzione ed ha avuto come momento centrale la nomina del mini Sindaco, della Giunta e del Consiglio Comunale dei Ragazzi. A presentare l’evento, Mimmo Nasone, coordinatore provinciale di Libera, che ha aperto la  manifestazione, svolgendo poi impeccabilmente il ruolo di moderatore dell’evento. Erano presenti  in sala, oltre a docenti, genitori e alunni dei tre ordini di scuola, il  Presidente del Tribunale di Reggio Calabria Luciano Gerardis, il Procuratore aggiunto Ottavio Sferlazza e il magistrato Tommasina Cotroneo. La cerimonia si è aperta con l’esecuzione dell’Inno di Mameli da parte dell’orchestra  del Liceo Musicale di Cinquefrondi, sapientemente diretta dalla Prof.ssa Cettina Nicolosi, che ha allietato la platea con l’esecuzione di brani musicali  del repertorio classico e moderno. Subito dopo ha preso la parola il Dirigente Scolastico Manganaro che ha emozionato i presenti con un discorso rivolto agli alunni, ai genitori e ai docenti. Successivamente ha avuto luogo la presentazione del mini-sindaco Beatrice Polimeni, frequentante lauentantee scuola Secondaria di primo grado “Vittorino Da Feltre”, che ha ricevuto la fascia tricolore direttamente dal Presidente Gerardis. Il neo mini-sindaco ha dichiarato “di voler  portare  avanti il programma divulgato in campagna elettorale e instaurare rapporti di collaborazione  con i compagni delle varie classi oltre che farsi portavoce delle loro esigenze”. L’elezione del mini sindaco è un evento promosso dalla Preside Rina Pasqualina Manganaro che da sempre dà rilevanza al tema della legalità con l’intento di promuovere il rispetto delle regole attraverso concrete esperienze di impegno civico che coinvolgono gli alunni in maniera diretta e rappresentano un’occasione per promuovere la consapevolezza dei valori fondanti del vivere civile.

In seguito, ha preso la parola Don Luigi Ciotti il quale ha coinvolto i presenti con un’emozionante intervento. Il presidente di Libera si è soffermato sull’importanza educativa  dell’elezione del minisindaco e del Consiglio Comunale dei Ragazzi. Le parole pronunciate con forza e  passione hanno affascinato il pubblico attorno al tema della legalità. Don Ciotti, forte dell’esperienza che gli viene da 50 anni di impegno sulla strada, ha saputo coinvolgere gli studenti che gremivano la sala con le sue profonde riflessioni e il suo invito alla speranza. Tra le parole pregnanti che ha regalato ai giovani vi ne è stata una in particolare, “responsabilità”, per evitare l’indifferenza, la pigrizia, la rassegnazione. Molti i temi toccati dal prete antimafia, che si è soffermato soprattutto sul  significato della scuola, di una scuola che aiuta tutti noi a stare sulla strada della verità e della giustizia, strumento di formazione di cittadini liberi e responsabili, ricordando poi in modo speciale Papa Francesco e la sua autentica lezione di vita. In seguito sono intervenuti Luciano Gerardis, Ottavio Sferlazza e Tommasina Cotroneo, i quali hanno rilevato l’importanza del rispetto delle regole come valore fondante della cittadinanza. La cerimonia, che ha riscosso grande successo, si conclusa con un caloroso applauso da parte del pubblico presente.