fbpx

Reggio, Giordano: “Si risolvano al più presto le criticità del servizio SUEM 118”

ambulanza genericaIl consigliere regionale Giuseppe Giordano ha presentato una interrogazione a risposta scritta su diverse problematiche che interessano  il servizio di integrazione e supporto  al servizio di “Urgenza ed Emergenza SUEM 118” ricadente nella competenza territoriale dell’Azienda Sanitaria Provinciale di Reggio Calabria. Nella interrogazione presentata si pone in evidenza come  tale servizio venga gestito in  regime di proroga dalla R.T.I Italiana Servizi in attesa del completamento della gara con procedura aperta  indetta con deliberazione n° 363 del 26/06/2013 e ancora non conclusa. Il consigliere Giordano lamenta che ,nonostante le capacità economiche finanziarie della R.T.I, i dipendenti della stessa,autisti ed infermieri,lamentano la mancata corresponsione di numerose mensilità a titolo di retribuzione , la tredicesima anno 2013, nonché ,in via generale, la mancata applicazione dei contratti collettivi previsti dall’originario bando di gara  essendo di fatto applicato quello delle cooperative sociali che prevede emolumenti inferiori; il tutto denunciato, in sede di richiesta di intervento presso la Direzione Territoriale del  Lavoro da parte di alcuni dipendenti. Tale situazione, sottolinea Giordano,  ha determinato e determina uno stato di precarietà perenne per i dipendenti i cui nuclei familiari, per la maggior parte, sono monoreddito L’interrogazione presentata chiede  di  sapere i motivi che stanno alla base   del ritardo per il completamento delle procedure di gara indetta con deliberazione n° 363 del 26/06/2013  e quali iniziative si intendono intraprendere per sanare  in temi brevi  l’iter burocratico,se risponde al vero che il contratto collettivo applicato ai dipendenti  di R.T.I.  viola quanto previsto dall’originario  bando di gara che affidava il servizio  alla stessa RTI e, in caso affermativo, i motivi del mancato controllo su tale violazione. Sempre il consigliere Giordano chiede se  sono stati attuati dagli organi preposti dell’ASP n° 5 i necessari controlli afferenti il pagamento dei corrispettivi dovuti a titolo di retribuzione ai dipendenti della R.T.I. , atteso i regolari pagamenti  che nel tempo sono stati erogati a favore della società.