fbpx

Messina, Teatro Vittorio Emanuele: diffida per il Cda. “Basta atti antisindacali”

teatro vittorio emanueleUn atto d’imperio che consiste nel repentino ed arbitrario disconoscimento delle Organizzazioni Sindacali“: Slc, Uilcom e Fials sono sul piede di guerra nei confronti del Sovrintendente del Teatro Vittorio Emanuele. Le accuse sono pesanti: le sue scelte, scrivono i sindacati, avrebbero discriminato i lavoratori messinesi rispetto ai colleghi operanti nel resto dell’isola. “Il Sovrintendente si è arrogato il potere di decidere quale C.C.N.L. applicare, dimenticando che tale scelta non rientra nelle proprie prerogative“. Di più: “in questo preciso momento i lavoratori del Teatro Vittorio Emanuele, nonostante la loro attività lavorativa sia regolata e remunerata dal CCNL delle Fondazioni, vengono di fatto privati del diritto ad essere rappresentati dalle Organizzazioni Sindacali a cui hanno conferito apposito mandato, mentre per loro vengono chiamati a siglare accordi altre categorie prive di alcun diritto alla rappresentanza e non riconosciute per delega, dalle stesse maestranze. Ciò di fatto rende non solo nulli gli accordi che l’Ente si affretta a sottoscrivere, ma di conseguenza espone lo stesso Teatro ai danni che questi patti potrebbero produrre“. Da qui la richiesta di un incontro urgente  con gli assessorati competenti.