fbpx

Messina, stabilizzazione precari: tensione a Palazzo Zanca

CSA_COORDINAMENTO SINDACALE AUTONOMO_firmatario di CCNL_enti localiPreliminarmente, il Sindacato C.S.A regioni autonomie locali, stante la possibilità normativa che consente il cumulo delle risorse assunzionali per il periodo 2011/16  ha chiesto e messo a verbale che le assunzioni vengano effettuate entro e non oltre il 2015 prevedendo apposita norma regolamentare che garantisca tutti i precari che prestano servizio per il comune di Messina con  la possibile ed auspicabile assunzione di tutti in contemporanea e con lo stesso  identico numero di ore lavorative  per tutti i precari,  cio’ viene chiesto affinché non nascano sperequazioni tra gli stessi lavoratori ormai stremati.
IL  CSA  Ha ribadito la necessità di riservare una quota assunzionale per i dipendenti di ruolo quando verranno effettuati i concorsi esterni.
IL  CSA  Ha chiesto inoltre con ferma convinzione, che l’ente si impegni formalmente con apposito atto deliberativo parallelo ad integrare il part time subito dopo la stabilizzazione aumentando le ore di impiego fino a 35 ore settimanali.
IL  CSA  infine  ha  ribadito  a  chiare  lettere  di  nutrire  forti dubbi sulla possibilità di poter utilizzare le graduatorie tempo determinato inerenti i 20+12,  inutilizzabili dopo il D.L.  n°  101/2013  e di conseguenza teme fortemente che il loro inopportuno  inserimento all’ interno del piano di assunzione dei 300 precari, possa pregiudicare o rallentare notevolmente  il procedimento  dello stesso a discapito di tutti i 300 precari storici dell’ente che da oltre 26 anni attendono che  si  concretizzi  il  sogno  di  una  vita.