fbpx

Messina, stabilizzazione precari. CGIL: “Fare il possibile per mantenere i contratti ai livelli attuali”

cgil-bandiera“In attesa di conoscere se la Regione confermerà, o meno, il contributo per la stabilizzazione dei precari fino al dicembre del 2016, la FP CGIL spingerà affinché l’Amministrazione, così come stabilito durante l’ultimo tavolo di concertazione, effettui una stabilizzazione che mantenga i contratti in essere e che non danneggi i lavoratori, i quali è giusto che rimangono a 18 e 24 ore”.

Questo il commento della segretaria della Funzione pubblica della Cgil, Clara Crocé, alle ultime notizie di stampa che parlerebbero di un’ulteriore riduzione oraria a 21 ore per i dipendenti che invece allo stato attuale hanno contratti a 24.

“E’ una situazione molto complessa – afferma la Crocé –, in cui palazzo Zanca deve fare i conti con la propria capacità assunzionale, rispetto alla quale non è possibile promettere l’impossibile. Al tempo stesso, però, uffici e Amministrazione devono cercare di fare il massimo affinché, al di là di ciò che verrà deciso a Palermo, i contrattisti non vengano ulteriormente danneggiati”.

La FP CGIL si prepara intanto al convegno che si terrà sabato a Capo d’Orlando, organizzato in collaborazione con la Camera del lavoro del centro tirrenico, e a cui prenderà parte anche una delegazione del Comune di Messina, dal titolo “Lavoro, dignità, futuro. Stabilizzazione il lavoro precario negli enti locali siciliani”. A partecipare anche l’assessore regionale al lavoro, Giuseppe Bruno, a cui verranno chiesto delucidazioni proprio in merito al contributo da erogare ai Comuni per facilitare l’avvio procedure stabilizzazione.