fbpx

Messina, scambio sociale: sei volontari polacchi a Palazzo Zanca

foto1333Sono stati ricevuti stamani a Palazzo Zanca dall’assessore alle Politiche sociali, Nino Mantineo, i sei volontari polacchi, ospiti a Messina, nell’ambito del progetto europeo “E.L.I. – Enduring Life! Enlivening Aged Colours”, finanziato dal programma di apprendimento permanente “LLP – Grundtvig”, che prevede lo scambio di volontari senior. La presenza in città dei sei polacchi sino a sabato 25, segue infatti quella di altrettanti italiani recatisi in precedenza in Polonia. Il coordinatore del progetto è l’Auser provinciale di Messina, con partners LUTE (Libera Università Terza Età) Milazzo, l’Associazione Fundacja “Aktywni XXI” della città di Jelenia Góra, in Polonia, e con la consulenza del Cesv – Centro Servizi per il Volontariato di Messina. L’Auser onlus è un’associazione di volontariato e di promozione sociale, tesa a valorizzare gli anziani e a far crescere il loro ruolo attivo nella società; è nata nel 1989 per iniziativa della Cgil e del sindacato dei pensionati Spi-Cgil, ed opera affinché ognuno possa dare e trovare aiuto, incontrare gli altri ed arricchire le proprie competenze. “Contribuire a migliorare la qualità della vita degli anziani e promuovere una visione comune europea, in base alla quale si guardi alla terza età come risorsa è uno degli obiettivi primari di questa Amministrazione – ha detto Mantineoe per tale ragione valorizzare gli anziani e far crescere il loro ruolo  nella società è indispensabile al fine di contrastare ogni forma di esclusione sociale, migliorare la qualità della vita, diffondere la cultura e la pratica della solidarietà, perché ogni età abbia un valore e ogni persona un suo progetto di vita attraverso cui diventare una risorsa per sé e per gli altri”. Gli ospiti polacchi nel corso dell’incontro, guidati dal commissario ispettore superiore del Corpo della Polizia municipale, Franco Ciolino, hanno visitato la sede del municipio di Messina, apprezzandone gli aspetti di maggiore rilevanza artistica e culturale.