fbpx

Messina, operazione Intreccio: le prime condanne. I dettagli

Intreccio-operazioneSi è tenuta ieri l’udienza preliminare per i 18 indagati dell’Operazione Intreccio. Una vera e propria filiale di droga lungo la zona tirrenica, che riforniva ragazzini minorenni di hashish, marijuana e cocaina.La richiesta di rinvio a giudizio arriva dopo due anni d’inchiesta e riguarda i messinesi Lorenzo di Blasi, Alessandro Duca, Girolamo Stracuzzi, il milazzese Salvatore Tindaro Pino, Salvatore Guzzone, Daniele Giannetto, Filippo La Ganga, Giuseppe Strafallaci e Rosario Verdura.

Ieri cinque di loro hanno scelto il rito ordinario, e il processo prenderà il via il 21 gennaio. Sono, nella fattispecie, Di Blasi, Pino, Verdura, Coppolino e Turiano.

Tre invece hanno scelto di patteggiare e per loro sono state ratificate le condanne: un anno a Daniele Giannetto e Giuseppa Scavello, 10 mesi a Danny Cardillo. Tutti gli altri indagati hanno preferito il rito abbreviato e dovranno presentarsi il 24 ottobre prossimo dinnanzi al giudice.

L’inchiesta prese il via nel 2012 dalla sparatoria che vide in primo piano i fratelli Francesco e Davide Giorgianni di Spadafora. Uno di loro, infatti, reagì a una sorta di “spedizione punitiva” sparando e colpendo Domenico Santapaola. In seguito si ricostruì il giro di droga ben organizzato nella zona tra Messina e Milazzo.