fbpx

Messina concreto, V.Lamezia battuta 1-0

DSCF2754Potremmo dire massimo risultato col minimo sforzo. Il Messina batte 1-0 la Vigor Lamezia grazie al rigore trasformato da Giorgio Corona al 33’esimo del primo tempo.

Non si è trattato di una gara entusiasmante nonostante il Messina già al 20’esimo secondo si affaccia in avanti con Izzillo e con lo stesso numero 10 biancoscudato, poco più tardi, colleziona la prima e ghiottissima palla gol con un colpo di testa che manca non di poco il palo alla sinistra dell’estremo difensore calabrese. Man mano che il tempo passa i ritmi non sono altissimi, gli avversari non sembrano avere intenzione di accelerare e il Messina non riesce comunque a rendersi particolarmente pericoloso negli ultimi 20metri della metà campo avversaria.

Al minuto 32′ cambia il match: ingenuità di Battaglia che atterra Damonte in area trattenendoloS0162771 vistosamente. Sul dischetto va il capitano Giorgio Corona che non sbaglia segnando il più classico dei penalty, palla da un parte e portiere dall’altra.

Nella ripresa parte ancora forte il Messina ma senza trovare il colpo del ko. Grassadonia decide di cambiare qualcosa in mezzo al campo con l’ingresso di Bortoli per contrastare la superiorità numerica degli avversari. Poco più tardi arriva anche il momento del neo acquisto Gaeta che si conquista i primi applausi dei suoi tifosi per un doppio passo che costa l’ammonizione per Filosa. Gran parte del secondo tempo è di marca ospite, come nella trasferta di Castellammare di Stabia il Messina si arrocca in difesa a protezione del vantaggio. Brividi al 95’esimo per i 2000 presenti al “S.Filippo” quando Rapisarda schiaccia troppo di testa e manca la rete a botta sicura.

Il triplice fischio dell’arbitro sancisce la seconda vittoria casalinga per il Messina che soffrendo tanto, forse troppo, riesce a conquistare tre punti importantissimi che fanno morale e classifica.