fbpx

Marcia Perugia-Assisi, in migliaia sfilano per la pace

paceLa lunga bandiera multicolore della pace ha aperto la tradizionale Marcia della pace Perugia-Assisi che quest’anno ha per tema ‘Cento anni di guerre bastano’. Molti i gonfaloni di enti locali italiani presenti alla marcia. Ma soprattutto ci sono migliaia di cittadini arrivati da ogni parte dello Stivale per chiedere un’Europa della Fraternità a cento anni dallo scoppio della prima guerra mondiale, che ha lasciato sul campo 10 milioni di morti e 20 milioni di feriti, mutilati, invalidi.

”A cento anni da quella terribile tragedia la pace è ancora in pericolo – scrivono gli organizzatori della Marcia – Troppe persone precipitano nella povertà e nella disperazione. Succede ogni giorno in Italia, in Europa e in tante parti del mondo. Troppe ingiustizie si sommano a troppe disuguaglianze. Troppi problemi attendono inutilmente di essere risolti. Troppa violenza dilaga senza limiti né confini. Troppi soldi continuano a riempire il mondo di armi. Troppe armi alimentano nuove guerre. Troppi egoismi, interessi e complicità impediscono che le cose cambino. Intanto la crisi globale fa strazio di vite umane alimentando paure, angosce, sfiducia e chiusura”.

In prima fila tra le migliaia di partecipanti ci sono la presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini, la vice presidente della Camera, Marina Sereni, e il sindaco di Perugia, Andrea Romizi. Presenti, tra gli altri, il presidente del Consiglio regionale umbro Eros Brega, e Don Luigi Ciotti. Ad attendere i marciatori all’arrivo ad Assisi ci sarà anche la presidente della Camera, Laura Boldrini.