fbpx

Regione che vai, nome che trovi: ecco i cavatieddi siciliani

cavatelliI cavatieddi sono un tipo di pasta siciliana. Anche in altre regioni come Puglia, Campania e Molise esistono delle ricette di pasta simili ai cavatieddi siciliani con un impasto a base di farina o semola e dall’aspetto attorcigliato o avvitato. Buoni con il sugo al pomodoro, i cavatieddi sono molto versatili anche per tanti altri condimenti per primi piatti.

Ingredienti per 4 persone

-250 g di farina bianca

-50 g di semola di grano duro

-1 cucchiaio di olio

-acqua, sale


cavatelli2Disponete sulla spianatoia la farina per formare la classica fontana. Unite un pizzico di sale e l’olio. Versate, quindi, lentamente, l’acqua tiepida, cominciando a raccogliere la farina con l’aiuto di una forchetta e delle mani. Continuate ad impastare per un decina di minuti, fino ad ottenere un impasto liscio senza grumi. Lasciate riposare il vostro impasto per 30 minuti. Staccate dei pezzi di pasta e infornate dei piccoli cilindri di circa 1 cm di diametro.
Suddivideteli in pezzi di 1 cm. Poi per ciascuno, usando le dite e il pollice date loro la forma di una conchiglia incavata al centro. Infarinateli leggermente uno per uno, mano a mano che vengono preparati. A questo punto, mettete i vostri cavatieddi su di un canovaccio infarinato e lasciateli asciugare per almeno 1 o 2 ore, evitando di sovrapporli.

Per la cottura, fate bollire dell’acqua calda e immergete i cavatieddi che cucineranno in pochi minuti. Scolateli e serviteli con un condimento a piacere.