Categoria: CALABRIANEWSREGGIO CALABRIA

Gioia Tauro (Rc), Renzi in città il 7 novembre

Il Presidente del Consiglio Matteo Renzi il 7 novembre sarà a Gioia Tauro in occasione della fine dei lavori di messa in sicurezza del fiume Budello, esondato nel novembre 2010 con conseguenze devastanti per centinaia di abitazioni nei rioni Tre Palmenti e Valle Amena.  Più recente ma altrettanto drammatica l’esondazione del fiume Crati nella Piana di Sibari, che nel gennaio dell’anno scorso è tracimato provocando l’allagamento degli scavi archeologici di Sibari, risalenti al 400 a.C. L’annuncio della visita del Premier- che verrà in Calabria per la terza volta dall’inizio dell’anno ai fini del monitoraggio della spesa sui fondi comunitari- è stato dato dal Commissario ad Acta per il Dissesto idrogeologico Maurizio Croce,  nel corso della trasmissione di approfondimento giornalistico “Il Rinoceronte” condotta da Michel Dessì, in onda ogni lunedì alle 21,00 su SUD by SigmaTV. Il dott. Croce si è a lungo soffermato a fare il punto della situazione sul dissesto idrogeologico nella nostra Regione, una situazione particolarmente delicata in quanto tutti e 409 comuni calabresi sono a forte rischio. I fiumi Crati e Budello verranno quindi messi in sicurezza proprio in questi giorni, grazie ai fondi di un accordo di programma Stato-Regione stipulato nel novembre 2010 per complessivi 220 milioni di euro. Per i fiumi Budello e Crati sono previsti rispettivamente 4 milioni di euro. I lavori consisteranno in interventi di regimentazione idraulica e manutenzione straordinaria sugli argini. I lavori del fiume Crati interesseranno per ora solo il tratto terminale,  che ricade proprio nei pressi dell’area archeologica di Sibari: in questo modo si cercherà di scongiurare il pericolo che l’area si allaghi di nuovo. Per il Budello invece i lavori interesseranno l’intero tratto del fiume.