Clamoroso al Ceravolo: Catanzaro-Cosenza 1-3, durissima contestazione a Moriero

catanzaro cosenza 1-3Clamorosa vittoria del Cosenza allo stadio Ceravolo di Catanzaro nel derby in programma oggi pomeriggio per i trentaduesimi di finale della Coppa Italia di Lega Pro. I silani si sono imposti con il risultato di 1-3 e hanno quindi superato il turno (era una partita ad eliminazione diretta), adesso nei sedicesimi di finale ospiteranno allo stadio San Vito la Reggina in un altro match ad eliminazione diretta (la data deve ancora essere stabilita, sarà il 22 o il 29 ottobre).
Durissima la contestazione dei tifosi del Catanzaro contro mister Moriero, colpevole secondo i supporters giallorossi di aver sottovalutato l’impegno di Coppa e di non aver convocato i giocatori migliori. A prescindere dall’importanza del trofeo, certamente inferiore rispetto al campionato, per i tifosi era comunque un derby molto sentito e una sconfitta così pesante lascia l’amaro in bocca.
catanzaro cosenza 1-3 coppa italiaRicordiamo che il Catanzaro è una delle super-corazzate della Lega Pro, in campionato dopo 7 giornate è al secondo posto con 14 punti, 12 gol fatti e 5 subiti. Il Cosenza di Cappellacci, invece, è penultimo con tre soli punti in classifica, neanche una vittoria in stagione, appena 4 gol fatti e ben 13 subiti. Per i silani è una boccata d’ossigeno che da’ morale in vista del prosieguo del campionato, che adesso domenica prevede un altro derby tutto calabrese tra Vigor Lamezia e Catanzaro. Riusciranno le “aquile” a smaltire subito questa sconfitta?
Eppure i padroni di casa avevano iniziato bene ed era passato in vantaggio con Morosini al 14°, pareggio immediato però degli ospiti con De Angelis su rigore al 16°. Il gol del vantaggio silano arriva in contropiede con Sassano al 38° minuto. La rete che chiude definitivamente il match nel secondo tempo, al 73°, sempre con Sassano e sempre in contropiede. Nel finale gli ospiti avrebbero potuto dilagare. Per i padroni di casa, invece, espulsi Martignano al 75° e Pacciardi per un bruttissimo fallo di frustrazione al 93°.