fbpx

Catanzaro, sit in permanente dei sorveglianti idraulici

ugl terziarioA partire da ieri, 1° ottobre, una decina di sorveglianti idraulici si incateneranno ogni giorno e fino a data da destinarsi a Catanzaro in Piazza Prefettura per sensibilizzare l’opinione pubblica circa lo stato di disagio sociale che da oltre 4 mesi stanno vivendo. A decorrere dal mese di Giugno infatti tutti i 308 dipendenti di Calabria Verde non ricevono regolarmente il proprio stipendio e di fatto stanno attingendo a prestiti da familiari e parenti per potersi recare giornalmente con la propria auto sul posto di lavoro. Tale situazione è aggravata dal fatto che l’azienda per la quale prestano servizio, Calabria Verde, sta pagando regolarmente gli altri 7.759 dipendenti, dimenticandosi da 4 mesi dei 308 lavoratori che prestano alla collettività un servizio pubblico essenziale. Il tutto avviene nell’indifferenza generale e delle massime istituzioni politiche della Regione Calabria che pur essendo state convocate da S.E. il Prefetto di Catanzaro l’11 settembre scorso non hanno ritenuto opportuno risolvere definitivamente questo gravissimo problema. La Giunta Regionale nella scorsa seduta ha deliberato il pagamento di una sola mensilità ma allo stato attuale il servizio manca della necessaria copertura economica fino a tutto il 31 12 2014. Giorno 7 ottobre p.v. quasi sicuramente si terrà l’ultimo Consiglio Regionale, i lavoratori sono fiduciosi che in quella data l’assemblea legislativa decida di ottemperare ad una precisa normativa nazionale che impone alle regioni di finanziare il servizio pubblico essenziale evitando interruzioni. In caso non venga trovata alcuna soluzione nell’ultima seduta del Consiglio Regionale, c’è il rischio concreto che i dipendenti del servizio di sorveglianza idraulica debbano attendere il prossimo anno per ottenere le altre mensilità.