fbpx

“Camminare nella Bovesìa”: il 12 Ottobre appuntamento con Porpàtima Trekking lungo la vallata del San Pasquale

Locandina trekkingTorna anche per quest’anno la Giornata Nazionale del Camminare che vede in tutta la penisola eventi atti a valorizzare la cultura del camminare, un’opportunità di sensibilizzare istituzioni, associazioni e singoli cittadini, che molte realtà del nord Italia stanno già, da tempo, avviando con sempre più frequenza a questi tipi di iniziative. Camminare, oltre a far conoscere e riscoprire il territorio, rappresenta l’opportunità di beneficio psico-fisico con ricadute molto positive sulla qualità del “vivere” . Da circa un anno il gruppo Porpàtima Trekking promuove iniziative del genere con lo scopo di valorizzare e a far riscoprire il territorio che ci circonda con particolare interesse dell’area della Bovesìa, un lembo di terra ricco di storia, tradizioni e cultura avvicinando sempre più appassionati di ogni età, portandoli ad esplorare e riscoprire il territorio. In occasione dell’appuntamento di quest’anno in programma per il prossimo 12 di Ottobre, si terrà la I° GIORNATA DEL CAMMINARE NELLA BOVESIA, lungo la Vallata del San Pasquale (fraz. di Bova Marina – RC), un sito di fondamentale importanza per le testimonianze degli insediamenti greci, romani, ebraici e bizantini. Il territorio è altrettanto interessante anche dal punto di vista geomorfologico e permette di spaziare attraverso panorami sempre variegati. La giornata dedicata essenzialmente ad associazioni, appassionati del trekking e della fotografia, agli amanti della natura ed ai gruppi escursionistici più in generale, è ovviamente aperta a tutti coloro volessero partecipare. . “Il trekking – spiega Pasquale Callea, Presidente di Porpatima Trekking” calamita sempre più l’interesse non solo di appassionati, coniugando la possibilità di fare attività fisica a quella di conoscere o a volte riscoprire a distanza di tanti anni i territori teatro delle uscite. Ormai da tempo – prosegue Callea – ci siamo dedicati a questa passione che, assieme alla possibilità di vivere la natura, riserva anche tante sorprese. La prossima uscita – conclude Callea – coincide con un’iniziativa a livello nazionale, e per quel che concerne il nostro tragitto, i partecipanti avranno la possibilità di scoprire un angolo della provincia reggina e della bovesìa più in particolare, ricco di aspetti storico-naturalistici”.