fbpx

Bagnara Calabra (RC): convocato un tavolo tecnico per il recupero e la messa in sicurezza delle mura della rupe di Marturano

rupe di MarturanoDomani 14 ottobre alle ore 10.30 presso l’Assessorato all’Urbanistica e Pianificazione Territoriale della Provincia di Reggio Calabria, l’Assessore Giuseppe Pirrotta presiederà un tavolo tecnico per l’intervento di recupero e messa in sicurezza delle mura della rupe di Marturano in Bagnara Calabra, al quale prenderanno parte la Soprintendente per i Beni Archeologici della Calabria Dott. Simonetta Bonomi, la Soprintendente per i Beni Architettonici e Paesaggistici di Reggio Calabria Arch. Margherita Eichberg, il Presidente della Provincia Dott. Giuseppe Raffa, l’Assessore Provinciale alla Cultura Dott. Lamberti Castronuovo, il Dirigente Provinciale settore 13 Difesa del Suolo Arch. Giuseppe Mezzatesta, il Dirigente Provinciale settore 14 Ambiente Ing. Giuseppe Barbaro e il Sindaco di Bagnara Dott. Cesare Zappia.

In riferimento alle diverse segnalazioni pervenute a questo Assessorato, nelle settimane trascorse, relative al recupero e alla messa in sicurezza delle mura della rupe di Marturano in Bagnara Calabra, – complesso archeologico di notevole interesse storico in considerazione degli scavi effettuati nel recente passato sotto la vigilanza dalla Soprintendenza per i Beni Archeologici della Calabria e che portarono alla luce reperti risalenti all’epoca normanna e non solo, oggi custoditi presso il museo di arte sacra “Angelo Versace” – è volere di questa Assessorato provinciale dare ascolto e attenzione a tali richieste legittime per tutelare e recuperare, nei limiti delle proprie possibilità umane e finanziarie, il patrimonio culturale della cittadina tirrenica.

Un’adeguata pulitura dell’area e messa in sicurezza delle mura renderebbe il luogo un importante centro archeologico di attrattiva turistica grazie anche all’immediata vicinanza della chiesa barocca del Carmine, del museo di arte sacra, del Castello Ducale Ruffo e di Villa De Leo.

L’intero complesso  rimane sul territorio della Provincia di Reggio Calabria un importante sito non ancora distrutto da calamità naturali e dall’incuria umana, oltre che contenitore di pregevoli opere d’arte. In particolare, esso testimonia nella memoria collettiva un fondamentale punto di riferimento per la storia del centro tirrenico.