fbpx

“Andiamo a quel paese”, il nuovo film di Ficarra e Picone: “raccontiamo la Sicilia reale” [VIDEO]

ficarra e picone andiamo a quel paeseNel nostro film abbiamo raccontato la Sicilia così come l’abbiamo trovata: la Sicilia reale, quella che c’è“. Salvo Ficarra e Valentino Picone oggi al Festival di Roma esordiscono così parlando della loro nuova commedia “Andiamo a quel paese“, la quinta come registi, prodotta da Attilio De Razza e Medusa Film, in uscita nelle sale il prossimo 6 novembre. ”C’era la volontà di raccontare quello che viviamo tutti i giorni che capita ad amici, parenti, e che è stato condiviso poi da tutto il cast. Al di là degli 80 euro, oggi campi solo se hai qualche pensionato che ti aiuta“, ironizzano i due comici. Il film racconta la storia di due amici, Valentino e Salvo, che si trovano disoccupati e decidono di cambiare vita e trasferirsi dalla città ad un piccolo comune siciliano nella speranza di limitare le spese. I due, per sbarcare il lunario, pensano di trasformare la loro casa in un ‘ospizio’ per anziani improvvisato. Le riprese sono state girate nel paesino siciliano di Rosolini, nel siracusano: “Cercavamo una piazza particolare, e quando siamo arrivati a Rosolini siamo rimasti a bocca aperta -dicono- era la location perfetta per la nostra storia. Gli abitanti sono entrati a far parte del film, ci hanno accolto a braccia aperte e le comparse le abbiamo prese da lì, proprio per il loro entusiasmo”. Nel cast anche Tiziana Lodato, Lilly Tirinnanzi, Fatima Trotta,Nino Frassica, Francesco Paolantoni e Mariano Rigillo. “Quando mi è stata offerta la possibilità di questo film ero abbastanza scettico -dice Mariano Rigillo- mi ritenevo lontano da questo contesto. Invece mi ha molto divertito lavorare con Salvo e Valentino. La loro meticolosità nel momento espressivo dei personaggi mi ha molto galvanizzato come attore, mi ha colpito la consapevolezza tecnica di entrambi. Nei momenti comici erano così consapevoli di come arrivarci che devo dire che si impara sempre qualcosa”. “L’accoglienza a Rosolini è stata fantastica”, conferma Nino Frassica, che rivela come è stato approcciato dai registi per il film: “Prima mi hanno proposto una comparsata, ed io ho rifiutato. Poi hanno parlato di ‘cameo’, e allora la cosa ha assunto un’altra prospettiva”, scherza l’attore. Della grande competenza di Ficarra e Picone parla anche Francesco Paolantoni: “Ficarra e Picone, al di là del talento indubbio, sono delle brave persone, rare, intelligenti, intuitive -dice- Avere queste qualità paga molto. Il prodotto fatto da persone perbene, che instaurano un clima rilassato, è un valore aggiunto, tutto viene molto meglio”. L’attore, si dice “felicissimo” di aver collaborato con la coppia e descrive la pellicola come “un film comico ma non ridanciano, che fa ridere ma che lascia un retropensiero, che da’ spazio ad una riflessione”.