fbpx

Acr Messina, Ferrigno: “Alla Vigor Lamezia invidiamo solo la classifica”

FerrignoReduce dal buon punto conquistato nella trasferta di Castellammare il Messina si appresta ad affrontare un’altra squadra che in questo torneo sta viaggiando ad alta quota. Sabato al “S.Filippo” gli uomini di mister Grassadonia si misureranno con la Vigor Lamezia, insieme alla Lupa Roma, la sorpresa di questo avvio di stagione che contro ogni pronostico si trova a quota 15 punti in piena zona promozione.

Il direttore sportivo dell’Acr, Fabrizio Ferrigno, che ieri si è concesso ai microfoni dei cronisti, analizza il momento della squadra partendo proprio da quanto di buono visto nella recente trasferta campana: “la prestazione di Castellammare, soprattutto nel primo tempo, mi è piaciuta molto. Siamo passati in vantaggio e abbiamo anche avuto la possibilità di raddoppiare con Damonte contro una delle squadre che lottano per la Serie B in un campo caldissimo. Nella ripresa c’è molto da rivedere, abbiamo rischiato tantissimo, c’è da lavorare, ma l’ottimo risultato ottenuto riequilibra un po’ tutto”.

L’ex centrocampista di Giulianova e Catanzaro non stigmatizza l’atteggiamento di un Messina difensivo al “Menti”: “Visto come è andato il risultato ci può anche stare di difendere il gol del vantaggio, solo che ci siamo abbassati un po’ troppo concedendo molto campo agli attaccanti avversari, tutto sommato abbiamo portato il risultato a casa anche se c’è il rammarico per non aver fatto qualcosina in più per portare a casa la vittoria”.

La Vigor Lamezia, fin’ora è imbattuta in trasferta sarà un avversario difficilissimo. Una squadra giovane e ben messa in campo dal tecnico Alessandro Erra che giàFerrigno S.Filippo in passato con Sambiase e Gelbison ha fatto un buon lavoro: “Riescono ad interpretare benissimo la fase difensiva abbassando il baricentro per poi colpire in ripartenza. Il campionato dice che la Vigor Lamezia è la terza forza del torneo, una formazione di tutto rispetto alla quale invidiamo solo la posizione in classifica, noi dobbiamo tirarci fuori da questa situazione con una grande prestazione e portando a casa i tre punti. Credo che il valore aggiunto della Vigor sia proprio il loro allenatore – commenta Ferrigno -. Sa trasmettere carattere alla squadra predicando solo le cose semplici, ma soprattutto fa degli ottimi risultati che è la cosa più importante”.

Sul campionato dei peloritani il Ds giallorosso ha pochi dubbi: “Il Messina può raggiungere una salvezza tranquilla ma non vuol dire che non ci sarà da soffrire. In un campionato ci sono sempre degli alti e bassi, per una squadra come la nostra che ha come obiettivo la salvezza ci sarà sempre da combattere. Questo vuol dire che in momenti come questi in cui si bada poco al gioco e più alla sostanza bisogna fare gruppo e concentrare le proprie forze per raggiungere il massimo risultato possibile. Poi ci saranno anche i momenti migliori in cui si potrà pensare al bel gioco”.

Il calendario ci ha già messo di fronte ad avversari del calibro di Lupa Roma, Reggina, Casertana, Matera, Lecce, Juve Stabia, ma guai a dire che il “peggio” è passato: “Non a caso più volte ho detto che questo è un campionato molto equilibrato, sono tutte partite difficili se si affrontano con lo spirito giusto possono diventare meno impegnative ma se le sottovalutiamo, e non siamo nelle condizioni di poterlo fare, rischiamo seriamente di vanificare il lavoro fatto fin qui”.

In chiave mercato, adesso che tutto sembra tacere, Ferrigno torna a mettere un po’ di pepe annunciando buone nuove sul tesseramento di Marco Gaeta, che da una decina di giorni si allena con il gruppo e presto potrebbe vestire la maglia biancoscudata: “Dobbiamo solo valutare la sua integrità fisica. Conosciamo benissimo le sue qualità e lo seguiamo da molto tempo, a breve potrebbero esserci delle novità”.