fbpx

Unimpresa Calabria: “Rubinetti delle banche chiusi, in tre anni -70 mld ad aziende”

Impresa imprese industria economia artigianatoIn tre anni il credito bancario alle imprese ha subito una contrazione pesantissima da quasi 70 miliardi di euro, mentre le famiglie hanno visto ridursi i finanziamenti di 14 miliardi. Da luglio 2011 a luglio 2014, i prestiti al settore privato da parte delle banche è diminuito complessivamente di 83,1 miliardi (-5,49%) passando da 1.513 miliardi a 1.430 miliardi. Questi i dati principali di un’analisi realizzata dal Centro studi di Unimpresa a pochi giorni dalla prima operazione mirata di rifinanziamento a più lungo termine (TLTRO, Targeted Longer Term Refinancing Operations) condotta dalla Banca centrale europea. “Con questi dati, intendiamo rispondere ai banchieri che, per giustificare la stretta ai rubinetti del credito, puntano il dito contro le aziende, sostenendo che è colpa del cavallo che non beve: la realtà è diversa e racconta di una sistematica azione volta a ridurre drasticamente l’offerta di liquidità allo sportello” commenta il presidente Regionale di Unimpresa Calabria, Giuseppe Prattico’. “E il mezzo fallimento dell’asta Bce – aggiunge Prattico’ – conferma che da parte degli istituti di credito non c’è alcuna intenzione di finanziare l’economia reale”.