fbpx

Regione Calabria, 4 dipendenti licenziati per assenteismo: altri 50 a rischio

/

imagesLa Regione Calabria fa sul serio e, come già scritto stamani da StrettoWeb, licenzia quattro dipendenti con accuse gravi: falso e truffa aggravata ai danni dello Stato per aver falsamente certificato la loro presenza a lavoro.

La dura disposizione è arrivata al termine di un’indagine che vede coinvolti 50 dipendenti della Regione, invischiati nell’inchiesta portata avanti dal Pm Villani. Per un mese, la Polizia Tributaria, ha notato gli spostamenti dei dipendenti: le entrate, le uscite dai luoghi di lavoro, le assenze, le presenze.

A fine indagine, i dirigenti, Sergio Tassone, Roberta Cardamone e Giovanni Murone, hanno valutato la posizione dei dipendenti ed emesso “le sentenze”: quattro provvedimenti di licenziamento, 5 di sospensione dal servizio per un periodo di11 giorni, 41 rimproveri e 2 archiviazioni per coloro che hanno motivato i minuti le assenze. I controlli proseguono…..

Si chiude una triste vicenda che dovrà essere da monito per tutti i vari dipendenti dislocati in vari enti in Italia che vogliono o hanno fatto i “furbi”.