fbpx

Reggina-Barletta 0-0: ennesimo dominio improduttivo, il Granillo diventa una maledizione

/

reggina ultra 01Partita a senso unico sul terreno di gioco dello stadio Oreste Granillo, di fronte a 2.540 spettatori di cui 2.213 abbonati e 327 paganti. Sugli spalti una trentina di tifosi del Barletta, mentre una gran parte del tifo organizzato amaranto s’è spostata per la prima volta nella storia in Tribuna Est, l’ex gradinata, dopo la spaccatura tra i vari gruppi Ultras della Curva Sud maturata durante il derby con il Messina di due settimane fa.

La Reggina fa la partita con un grande possesso palla e un totale predominio territoriale, ma raramente è pericolosa nell’area di rigore avversaria. Il più pericoloso è sicuramente Louzada, nel secondo tempo si sveglia anche Insigne ma è tutto in un paio di fiammate. Quando la Reggina riesce ad arrivare nell’area di rigore avversaria, è poi la traversa che dice di “no” alimentando le speranze del Barletta di uscire indenne da Reggio Calabria. Gli ospiti alzano le barricate, si difendono con 11 uomini dietro la linea del pallone, solo nel primo tempo tentano qualche ripartenza ma Kovacsik c’è sempre quando la difesa sbanda in un paio di occasioni servendo ai pugliesi la chance per andare in vantaggio.
Un pareggio che sta stretto alla Reggina: per l’ennesima volta, come già accaduto nelle altre due gare casalinghe contro Casertana e Messina, gli amaranto hanno dominato in campo ma senza riuscire a centrare la vittoria.