fbpx

Gallico (RC), Officina Calabria: “Fondate le preoccupazioni dei cittadini sull’emergenza sanitaria della frazione”

/

gallico1_foto-spazzatura“Da mesi denuncio la grave situazione, sotto il profilo igienico-sanitario della frazione di Gallico, paventando il rischio di conseguenze pericolose per la salute dei cittadini gallicesi ma, a tutt’oggi, gli organismi competenti sono rimasti insensibili ad ogni richiesta di intervento”.

Domenico Spanti, ex consigliere circoscrizionale ed esponente del Movimento Officina Calabria, ritorna ancora una volta sul tema della vivibilità della popolosa comunità di Gallico rammentando le diverse segnalazioni, mai riscontrate, agli organi competenti e che in questi giorni  hanno visto la denuncia  di  numerosi cittadini .

“Già da tempo – sottolinea Spantiavevo posto in evidenza una serie di criticità derivanti dal mancato funzionamento in vaste aree della illuminazione pubblica,dalla impraticabilità di alcune arterie stradali quali la via San Martino e la strada che collega la via Nazionale alla via Marina, dai cumuli di immondizia che riempiono le strade, dalle sostanze pericolose che si sprigionano a causa dei cassonetti incendiati. Insomma –  denuncia Spantiuna condizione da terzo mondo che ha determinato l’esasperazione dei  cittadini gallicesi che si ritrovano ,fra l’altro, a pagare dei tributi comunali senza ricevere alcun servizio.

Tale situazione  dimostra ancora una volta l’incapacità della terna commissariale a risolvere i problemi basilari di una comunità e l’assenza di una programmazione sul territorio. Da qui – conclude l’ex consigliere circoscrizionalela proposta, anche alla luce della recente petizione di numerosi cittadini, di costituire un comitato permanente che individui le modalità atte a costringere gli organismi comunali deputati ad intervenire urgentemente, anche attraverso denunce mirate alla magistratura, che programmi una azione di resistenza fiscale contestando la legittimità dei tributi esosi richiesti a fronte di una assenza totale di servizi”.