fbpx

Speciale Legalitalia: inizia a Cannitello il meeting antimafia, la diretta [FOTO]

/

Legalitalia06E’ iniziato pochi minuti fa  l’8°Meeting antimafia “Legalitalia”, a Cannitello di Villa San Giovanni, organizzato da Ammazzateci Tutti, la Fondazione Antonino Scopelliti e il Comune di Villa San Giovanni. Ha aperto la manifestazione il Presidente di Ammazzateci Tutti, Aldo Pecora, il quale, nel ringraziare la città di Villa per l’ospitalità, ha ricordato la figura del giudice Antonino Scopelliti, tragicamente ucciso dalla mafia 23 anni fa. “Un ringraziamento a tutte le autorità– dice Pecorapresenti tra il folto pubblico. La lotta alla ‘Ndrangheta è una priorità imperante per la Calabria”.

Legalitalia12A rappresentare l’amministrazione comunale di Villa, l’assessore Giovanni Siclari, il quale nel fare gli onori di casa ringrazia “la famiglia Pecora di aver scelto la cittadina dello Stretto quale punto di riferimento per Legalitalia”. Giuseppe Pedà, coordinatore nazionale Confcommercio giovani, ha affermato: “ci tenevamo ad essere qui come organizzazione. Grazie ad Ammazzateci Tutti per aver organizzato l’iniziativa.  La mafia era ed è cruenta ma grazie all’azione di tante associazioni si è riuscita a limitarla”. Salvatore Di Landro, procuratore generale di Reggio, vincitore del premio Scopelliti 2013: “23 anni fa avveniva il dramma della morte dell’amico Scopelliti. I giovani dovrebbero prendere esempio da lui, quale riferimento per la legalità e giustizia”. A chiudere la presentazione del meeting 2014, Rosanna Scopelliti, onorevole del Nuovo Centro Destra, presidente della Fondazione Scopelliti e figlia del giudice: “Sono emozionatissima, mi riempe di gioia stare qui in mezzo ai tanti giovani e per parlare del sacrificio di una persona stupenda. Queste sono giornate di speranza– continua- penso che la morte di mio padre non è stata inutile”. “Anche i gesti più piccoli– conclude Scopellitisono fondamentali per combattere la ‘ndrangheta. Siamo nella terra dove Papa Francesco ha scomunicati i mafiosi”.

Le foto di Simone Pizzi: