Sicilia, Crocetta: “Commissariamento? Sono pronto a fare esposto alla Procura”

images“Quale norma costituzionale avremmo violato per lo scioglimento? Nessuna. Allora si stia zitti e si rispettino istituzioni”. Lo afferma in una nota il presidente della Regione Siciliana, Rosario Crocetta. “Cio’ che sento dire in questi giorni ha il sapore di coloro che vogliono difendere vecchi privilegi. L’Udc – continua – fa parte del governo, ha assessori in carica che hanno elaborato la manovra, ne hanno discusso per un mese. Non ci puo’ essere improvvisamente un exploit critico subito dopo l’approvazione. Chi sta in maggioranza interviene prima. Se poi si vuole fare politica dei doppi forni, governare e fare opposizione, si sappia con chiarezza che io lo ritengo un gioco sleale e chi non ci sta prenda le conseguenti decisioni. Ma – sottolinea il governatore siciliano – non si parli di commissariamento perche’ se ancora si continuera’ a farlo, faro’ un esposto alla Procura della Repubblica per tentativo di attentato alla Costituzione”. “Riaffiora ogni volta che si pone lo scontro contro i poteri forti il tema costante del tentativo di golpe. C’e’ chi addirittura scrive a Renzi per chiedere il commissariamento e chi in piena finanziaria sottoposta al Commissario dello Stato, afferma cose che non esistono nella realta’”, continua Crocetta, commentando le polemiche durante l’esame della manovra e dopo l’approvazione del documento finanziario.