Reggio, mistero sulla morte del migrante arrivato al porto: forse è annegato

Immigrazione: 2.053 migranti soccorsi nel fine settimanaNon si conoscono le cause della morte del migrante il cui cadavere e’ arrivato in mattinata nel porto di Reggio Calabria, a bordo dal pattugliatore militare comandante Corsini, assieme ad altre 221 persone soccorse nel Canale di Sicilia nell’ambito dell’operazione Mare Nostrum. Da quanto e’ stato possibile apprendere, l’uomo potrebbe essere deceduto per annegamento. Dei 221 migranti sbarcati in Calabria 194 sono uomini, 25 donne e due i minori. Sarebbero tutti centroafricani. Le loro condizioni di salute sono ritenute complessivamente buone anche se si registrano 10 casi di scabbia. Quattro persone, inoltre, presentano delle ustioni sul corpo. Si sono completate in queste ore le operazioni di primo soccorso e di accoglienza da parte delle forze dell’ordine, del personale medico e dei volontari delle associazioni di assistenza. Sul posto la polizia di Stato, carabinieri, guardia di finanza, polizia provinciale e protezione civile del Comune di Reggio Calabria.