Reggio: “L’ex caserma Duca d’Aosta è ormai una ‘qasba’!”

ex caserma Duca d’AostaUn lettore di StrettoWeb, D.G.C., ci segnala il degrado e l’abbandono in cui versa l’ ex caserma Duca d’Aosta:

Nel luglio 2012 avevamo già segnalato agli Organi preposti alla vigilanza la drammatica situazione in cui versava (e versa a tutt’oggi) il complesso dell’ex caserma Duca d’Aosta, situato nella IV circoscrizione, in uno dei punti più panoramici della città dello Stretto ma dopo anni di ricorrenti denunce, di infiniti dibattiti, di politicanti bugiardi, di continue segnalazioni, ancora nulla è stato fatto ed il degrado è drammaticamente peggiorato.

Chi Vi scrive è il portavoce di tanti altri cittadini esasperati residenti nell’immediata vicinanza di questo accampamento di extracomunitari, che assistono tutti i giorni – loro malgrado – a spettacoli squallidi: in questa “Qasba” cumuli di spazzatura sparsa dappertutto e con rischio gravissimo di malattie, branchi di cani che ringhiano e litigano tra di loro, musica araba ad alto volume dalla mattina fino a tarda notte, smontaggio di ciclomotori probabilmente rubati, donne che litigano tra di loro soprattutto durante la notte, uomini ubriachi che urlano. Ogni tanto alla spazzatura viene dato fuoco ed il fumo tossico ammorba l’aria per molte ore. Uno spettacolo incredibile ed allucinante, da terzo mondo.

Ricordo che all’inizio degli anni novanta 43 famiglie (italiane) in condizioni precarie che occupavano abusivamente la struttura furono sistemate altrove e vennero murati i varchi e le finestre dell’ex caserma. Da oltre 3 anni una comunità di extracomunitari che continua ad aumentare (e non si sa se in regola con i permessi di soggiorno, da dove siano arrivati e soprattutto se siano sani o malati) si è impossessata del caseggiato ed addirittura ha allacciato abusivamente energia elettrica e condotta idrica.

Ora mi chiedo:

com’è possibile che possa esserci questa situazione assurda e che fine ha fatto il bando del Comune di Reggio Calabria del 2004 riguardante la “Ristrutturazione ex Caserma Duca D’Aosta” (Prot. n° 317/Gab/Dr Del. 11/03/2004) che aveva come importo di finanziamento cinque milioni di euro?

Dove sono le Autorità, le Forze dell’Ordine, i servizi sociali?

Nel 2006 il compianto presidente della IV circoscrizione, Saverio Verduci, scrisse una lettera all’allora sindaco Scopelliti, prendendo atto della delibera relativa al progetto preliminare per la ristrutturazione della caserma Duca d’Aosta, delibera che prevedeva una spesa complessiva di nove milioni di euro (!!!). Doveva essere realizzata, secondo questa delibera “L’Accademia per manager del settore turistico alberghiero”, con l’assunzione di un mutuo con la cassa depositi e prestiti. Da allora sono passati ben 8 anni e ad oggi non si hanno più notizie di cosa si ha intenzione di fare, si sa solo di quel che è questo sito: una delle tante vergognose tristezze reggine.

Ecco il “modello Reggio” nell’Area metropolitana dello Stretto!