Reggio: Delfino (PD) interviene sul ripristino della VI circoscrizione di Sbarre

pd area renziI servizi delocalizzati stanno subendo un forte arretramento dal punto di vista della loro utilita sul territorio reggino. Dopo la inaspettata chiusura della sede della VII circoscrizione (san giorgio-modena-san sperato, la cui riapertura è auspicio di tutti noi, c’è da segnalare un altra paradossale vicenda che investe gli uffici della VI circoscrizione ossia quella di Sbarre.

Parla Demetrio Delfino del Partito democratico.

Quest’ultima serve un bacino di utenza di circa ventimila persone ed è da sempre punto di riferimento per tutti i cittadini che vi abitano. Sbarre era tra i pochi uffici che rilasciava anche le carte di identità, servizio non solo utile ma indispensabile, che evitava ai cittadini “periferici”  di recarsi fino in centro  per richiedere il documento. Si evitavano perciò tutti quei fastidi derivanti dalla questione logistico burocratica. Circa tre anni addietro, però, dei delinquenti sfondarono la porta blindata e si impossessarono di tutta l’attrezzatura che permetteva l’emissione ex novo  delle carte d’identità. Da allora la VI circoscrizione fu lasciata al suo destino, nessuno ripristino’ la porta, ne il Comune consegnò una nuova strumentazione per ridare continuità al prezioso servizio. In questi giorni molte sono le lamentele degli utenti in questo senso , anche per la mancanza di personale, ma sopratutto perchè il servizio è interrotto. Il mio appello va alla terna commissariale, ma anche al dirigente dell’anagrafe, affinchè si mettano in essere tutte le necessarie condizioni per il ripristino urgente del servizio. Ripristino che significherà  due cose: miglioramento delle prestazioni della circoscrizione e decongestionamento delle sempre piu lunghe file al Municipio proprio allo sportello delle carte d’identità. Un plauso comunque va fatto ai dipendenti di questo sportello che lavorano  in condizioni estreme considerando la carenza di personale, gestendo un bacino d’utenza, contando anche gli stranieri, che va oltre i limiti pensabili. Sperando che questo appello contribuisca a far aumentare il numero degli impiegati in questo settore e sopratutto sperando che Sbarre ritorni a gestire anche le emissioni delle carte d’identità (con le elezioni alle porte sicuramente ci saranno piu richieste del solito), invito i commissari a verificare le condizioni degli uffici comunali che ormai sono impossibilitati a garantire un servizio ottimale.