Reggio, boccata d’ossigeno per l’ATAM dopo la norma sui fondi FAS approvata dal Consiglio dei Ministri

ATAM_Reggio_CalabriaGia’ da tempo, per i debiti pregressi, la Giunta regionale ha impegnato per le aziende di trasporto calabresi circa 150 milioni di euro. E’ stata una scelta difficile, sostenuta dall’Esecutivo con grande forza al fine di trovare soluzioni che dessero respiro al sistema“. Cosi’ l’assessore ai Trasporti della Regione Calabria Luigi Fedele, nel corso del suo incontro con i giornalisti svoltosi oggi, a Palazzo Campanella, a Reggio Calabria, per illustrare la norma approvata ieri dal Consiglio dei Ministri che permette di destinare 60 milioni dei fondi FAS al trasporto locale. “La Regione – ha proseguito Fedelesta cercando di riordinare una situazione di grave emergenza. Il percorso per la risoluzione dei contenziosi con le aziende pubbliche e private, accumulatisi negli ultimi venti anni, sara’ chiuso entro la fine di settembre. Il gruppo di lavoro che si occupa della questione ha gia’ esaminato la meta’ delle pratiche“. L’assessore Fedele si e’ poi soffermato sulla vicenda dell’Atam, l’azienda di trasporto pubblico di Reggio Calabria che versa in una situazione di gravi difficolta’. “Posso dire con certezza che, grazie alla somma che ricevera’, l’Atam risolvera’ i suoi problemi“, ha dichiarato l’esponente dell’Esecutivo calabrese. “Per via dei suoi contenziosi, rientra tra le poche aziende meritevoli di ulteriore approfondimento: non consentiremo il suo fallimento“, ha concluso l’assessore Fedele.