Piano Giovani, Falcone (FI): “Una presa in giro, la Sicilia ha bisogno di serietà”

marco falcone“Il Piano Giovani della Regione siciliana è l’ennesima occasione persa da parte di una Giunta incapace di governare e di organizzare qualsivoglia iniziativa volta a dare vere opportunità di crescita al nostro territorio, alla nostra gente. Voluto dal precedente governo regionale  in collaborazione con l’allora ministro della Coesione Fabrizio Barca, il Piano è stato bistrattato dal tandem Crocetta-Scilabra, fino a ridurlo ad uno strumento illusorio per i giovani, ma particolarmente utile agli apparati di partito. Un esempio tra i tanti possibili? L’affidamento diretto dell’assistenza tecnica del click day al Formez gestito da Harald Bonura, uomo vicino al Pd”, lo ha dichiarato l’on. Marco Falcone, capogruppo di Forza Italia all’Ars, nel corso di una conferenza stampa tenutasi stamane a Catania.

“Crocetta e i suoi giocano ancora una volta sulla pelle dei siciliani, ai quali avevano garantito trasparenza e serietà. A dimostrarlo è proprio il Piano giovani, che ha visto l’affidamento di milioni di euro con modalità irregolari  – ha proseguito Falcone –. Chiediamo che il presidente Crocetta venga a riferire domani sulla vicenda, e che si faccia chiarezza per davvero su una situazione che ha a dir poco dell’incredibile. Il Piano non funziona, il click day si è rivelato un fallimento, i costi dell’apparato sono spropositati. Sono queste le risposte che vogliamo dare ai nostri giovani? Forza Italia chiede altresì la revoca degli affidamenti diretti alle varie società. Se in tal senso non avremo risposte chiare scenderemo in campo con azioni eclatanti, sino all’occupazione dell’assessorato. Basta con la macelleria sociale, il governo regionale cambi totalmente strada o se ne vada. La Sicilia non merita di essere oltremodo maltrattata e i siciliani presi in giro”.