Palermo: ha rischiato di morire nella stiva del barcone, salvo un immigrato 22enne

ITALY-IMMIGRATION-REFUGEESarà dimesso nei prossimi giorni dall’ospedale un immigrato di 22 anni che lo scorso 19 luglio si trovava nella stiva del barcone in avaria al largo di Lampedusa. Proveniente dallo stato del Mali, il giovane si era imbarcato in Libia ed era tra quelli che avevano trovato posto nella stiva dell’imbarcazione, dove 29 suoi compagni hanno perso la vita per l’inalazione di monossido di carbonio. Finita la riabilitazione al San Raffaele di Cefalù nel palermitano, dove è stato trasferito dall’Ismett, sarà dimesso a giorni.