Palermo, giunti i 529 migranti attesi per oggi

images Sono arrivati a Palermo i 529 profughi soccorsi nel Canale di Sicilia dalle unità impegnate nell’operazione Mare nostrum. La nave Urania, a bordo della quale viaggiavano anche 55 minori e 47 donne, è approdata al porto. Ad accogliere i migranti il personale dell’Azienda sanitaria provinciale, oltre ai volontari della Caritas. Tutti saranno visitati prima di essere trasferiti al centro San Carlo e a Giacalone.

Intanto la polizia giudiziaria ha fermato un presunto scafista tunisino, M.Z., già espulso dall’Italia quattro anni fa, ritenuto colpevole di aver fatto accedere illegalmente 222 migranti dei 956 sbarcati ieri a Pozzallo. I migranti, su più fatiscenti barconi di legno sono stati soccorsi dalla nave della guardia costiera ‘Dattilo’. Per il viaggio della ‘speranza’, ogni migrante ha pagato 1900 dollari, all’organizzazione sono andati in tutto 500 mila dollari.

E il governo lancia l’allarme tratta dei minori. “Ad oggi, abbiamo 10.736 presenze registrate di minori non accompagnati, di cui 8.558 presenti mentre 2.148 risultano irreperibili”, dice il sottosegretario al ministero del Lavoro e delle politiche sociali Franca Biondelli, nel corso dell’audizione alla Camera dei deputati davanti alla Comitato parlamentare di controllo sull’attuazione degli accordi di Schengen e di vigilanza sull’attività di Europol, in materia di immigrazione. “Speriamo che abbiano raggiunto i loro genitori o altri parenti e non ci abbiano informati, ma – avverte l’esponente del governo – c’è anche preoccupazione per la tratta dei minori o per altri fenomeni che potrebbero riguardare una parte di questi ragazzini irreperibili”.