Oppido e l’inchino della processione al boss, Rosy Bindi: “grati a maresciallo e carabinieri”

16 La delegazione della Commissione parlamentare antimafia si e’ recata a Oppido Mamertina dove ha incontrato il comandante della stazione dei carabinieri, maresciallo Andrea Marino, che ha portato alla luce la vicenda dell’inchino alla casa di un boss della ‘ndrangheta durante la processione della Madonna. La Presidente della commissione parlamentare antimafia, Rosy Bindi, ha affermato che “oggi e’ stata una giornata molto edificante. Abbiamo prima reso omaggio al Giudice Antonino Scopelliti e poi abbiamo espresso gratitudine al maresciallo della stazione dei carabinieri di Oppido Mamertina il quale ci ha detto di aver fatto solo il proprio dovere. Ma quel gesto ha parlato a tutto il paese soprattutto dopo le parole del Papa. La religione, la fede, la pieta’ popolare cosi’ radicata in questa terra non puo’ essere strumentalizzata e’ usata dagli ndranghetisti per legittimarsi ed affermare il loro dovere il loro potere”. “Quindi – ha concluso Bindi – vanno prese le distanze come cristiani e come cittadini e come istituzioni. Il maresciallo e’ stato chiaro e lo ha fatto in modo chiaro e visibile a tutti. Ed e’ giusto che questo venga sottolineato. Il paese deve esprimere gratitudine”.