La Nuova Gioiese adesso può sognare: ottime indicazioni dal test contro la Reggina

dal Torrionedi Nino Neri - Bleffa Mario Dal Torrione quando dice che la sua Gioiese deve pensare solo a salvarsi nel prossimo campionato di serie D. Dice questo, forse, per non responsabilizzare troppo l’ambiente, ma allo stesso modo sa che questa squadra costruita con criterio in ogni parte del campo può perfettamente disputare un torneo di alta classifica. Ne ha le qualità sia da parte di chi la guida in panchina e sia dal punto di vista tattico, considerato che la Reggina vittoriosa solo ai calci di rigore nel secondo memorial Franco Scoglio non è che abbia fatto una bella figura.

nuova gioiese reggina 01Merito della compagine viola che specie nella prima parte di gara ha evidenziato un buon possesso palla con buone trame di gioco andando vicina al gol in parecchie circostanze. Insomma la compagine di Nando Rombolà (in attesa che possa essere perfezionato l’arrivo  di Zampaglione) ha tutti i requisiti per disputare un buon torneo, che sin d’adesso si annuncia forte come non mai e questo grazie alla recente riforma che ha interessato la Lega Pro. Dicevamo di  Zampaglione il cui transfert dalla Viterbese (la Società laziale  non ha preso bene la decisione del giocatore di Melito di accasarsi  altrove per sopraggiunti e delicati problemi di carattere familiare dopo aver sottoscritto il  contratto) dovrebbe arrivare  a giorni quindi pronto  per essere utilizzato nella prima gara che “conta” questa domenica  (coppa Italia) con l’Hinterreggio. Una sfida da amarcord per il bomber di Saline  che ha disputato negli anni passati un buon campionato con la maglia dei reggini. Al momento la squadra Viola rispetto agli avversari  parte in vantaggio sia per aver iniziato con largo anticipo la preparazione e allo stesso tempo per aver allestito un organico di qualità, mentre al momento per l’Hinterreggio  si tratta di un cantiere aperto con tanti giocatori in prova  la cui  quadratura del cerchio sarà data nei prossimi giorni con la successiva “scrematura” che il tecnico Ferraro andrà a fare considerato che questi giorni  sono serviti al tecnico per avere idee più chiare sui  giocatori che dovrebbero fare parte dell’organico.